Allarme Ranitidina: l’Aifa ritira ancora un altro lotto di Zantac

L’Agenzia italiana del Farmaco ha disposto il ritiro dalle farmacie e dalla catena distributiva di tutti i lotti del farmaco Zantac 150 mg 20 compresse utilizzate in Italia per curare il reflusso gastroesofageo perché contenente ranitidina, una sostanza considerata cancerogena.

Il ritiro è stato deciso a seguito di comunicazioni successive da parte della ditta stessa relative alla presenza di un’impurezza denominata N-nitrosodimetilammina (NDMA) appartenente alla classe delle nitrosammine riscontrata nel principio attivo ranitidina.

In seguito alle misure disposte a fine settembre, l’Aifa decide di ritirare tutti i lotti del medicinale Zantac 150 mg 20 compresse rivestite con film – codice Aic n. 038486027 (tutti i lotti presenti sul mercato oltre quelli sottoposti al precedente divieto di utilizzo della ditta BB Farma S.r.l. di Samarate).

L’Aifa ha invitato il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute AIFA a procedere con gli adempimenti necessari per la verifica del ritiro.

Qui trovate l’elenco Aifa dei lotti dei farmaci contenenti ranitidina ritirati dal mercato e qui l’elenco aggiornato dei lotti dei farmaci contenenti ranitidina per i quali è stato disposto il divieto d’uso.

Leggi anche:

Germana Carillo

Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Sparkasse Green

La banca punta alla sostenibilità ambientale

Sorgente Natura

Pasta: come scegliere la migliore (non solo di grano duro)

Coop

Coop pianta più di 6.000 alberi per la campagna M’Illumino di meno 2020

Coop

Non solo dal contadino, si può scegliere etico anche al supermercato

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook