Deflan: l’Aifa ritira un lotto delle compresse a base di cortisone per dosaggio sbagliato

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha disposto il ritiro dal mercato di un lotto di Deflan compresse. Pare che in alcune confezioni del medicinale a base di cortisone ci sia un errore di dosaggio. Si tratta del “Deflan 6 mg compresse” – lotto 1501 con scadenza 03/2018.

L’Aifa è stata informata dall’azienda titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio, “Laboratori Guidotti SpA”, che le confezioni di quel lotto, pur riportando la dicitura “Deflan 6 mg compresse” contengono invece blister di compresse con dosaggio più elevato, pari a ben 30 mg.

Il dosaggio di 30 mg è riportato negli stessi blister e viene evidenziato dalla lettura del bollino ottico che si effettua in farmacia.

Per questo motivo, l’Agenzia Italiana del Farmaco invita i pazienti in possesso di Deflan 6 mg compresse a verificare il numero di lotto e la scadenza (03/2018) e, se corrispondenti a quello ritirato, a sospenderne l’uso.

Ogni altra confezione di Deflan avente una diversa combinazione di dosaggio, lotto e scadenza, invece, non presenta alcuna difettosità e può essere regolarmente utilizzata.

Quando si usa il Deflan

Lo si assume nei trattamenti di insufficiente attività primaria e secondaria delle ghiandole surrenali (da solo o in associazione con mineralcorticoidi), malattie reumatiche, stati allergici, malattie del collageno, malattie dermatologiche, malattie respiratorie, malattie oculari, malattie gastro-intestinali.

Il consiglio è allora quello di controllare le confezioni di Deflan eventualmente in vostro possesso. Se dovessero appartenere al lotto ritirato non utilizzatelo e fatevi prescrivere una nuova confeziona del vostro medico.

Germana Carillo

LEGGI anche:

ANTIBIOTICI, ATTENTI ALL’AUGMENTIN. RITIRATO LOTTO DALL’AIFA

FARMACI: COME CONSERVARLI CON IL CALDO. IL DECALOGO DELL’AIFA

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook