Italiani arrabbiati e depressi: lo svela il rapporto Aifa sul consumo dei farmaci 2018

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I farmaci per la gastrite, per il sistema cardiovascolare e gli antidepressivi sono risultati, stando al Rapporto Aifa sul consumo di farmaci 2018, i più utilizzati dagli italiani. Vorrà dire che siamo sempre più depressi e arrabbiati?

Forse sì, ma almeno una buona notizia c’è, perché rispetto al 2017 abbiamo risparmiato qualche soldino, 24 milioni in meno, con una spesa di 29,1 miliardi durante l’anno appena trascorso, che però, e qui arriva la notizia meno buona, non corrisponde a una diminuzione della spesa dei singoli cittadini, aumentata rispetto al passato di 3,8 miliardi. In media quindi, nel 2018, abbiamo speso 482 euro per cittadino, una cifra inferiore al 2017 sebbene comunque molto elevata. Il 77% è stato rimborsato dal Sistema Sanitario Nazionale.

Venendo ai farmaci più utilizzati, un problema evidenziato dal Rapporto riguarda l’assunzione di medicinali con troppa leggerezza e la non osservazione delle indicazioni terapeutiche fornite dai medici. Mentre per quanto riguarda gli antidepressivi, sono le donne a farne maggior uso qualunque sia la loro età. Tuttavia a seconda delle regioni si osservano differenze con un Sud che in media consuma più del nord. Purtroppo questo tipo di farmaci, molto diffusi, incidono anche a livello economico perché spesso sono a carico del cittadino, trattandosi di farmaci di classe C.

E non è finita qui: in aumento il consumo di farmaci per la disfunzione erettile, la terza categoria più acquistata nel 2018, mentre in testa ci sono i farmaci per il sistema cardiovascolare con 487,4 dosi per 1.000 abitanti al giorno, seguiti da quelli per disturbi gastrointestinali e del metabolismo, e ancora dai farmaci del sangue e organi emopoietici.

A proposito di uomini e donne, sono queste ultime in generale a consumare più farmaci con un 71% contro il 62% maschile. E se tra i 40 e i 50 anni i consumi sono di circa 500 dosi, nella fascia d’età over 75 aumenta a 3.000.

Ti potrebbe interessare anche:

In commercio ci sono farmaci contraffatti: l’allerta dell’Aifa (LISTA)

Laura De Rosa

Fonte: Aifa

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook