A quanti anni avrai un figlio? Lo decide il tuo DNA (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A quale età avremo il primo figlio? A deciderlo sono (anche) i nostri geni e in particolare 12 aree del DNA che sono legate anche al numero dei figli che avremo. Lo sapevate?

Lo hanno sottolineato i ricercatori dell’Università di Oxford in un nuovo studio. I ricercatori hanno identificato alcune aree specifiche della sequenza del DNA che sono legate all’età in cui avremo il nostro primo figlio e i figli successivi.

Lo studio include un’analisi di 62 database con informazioni tratte da oltre 238 mila uomini e donne per quanto riguarda l’età alla nascita del primo figlio e da 330 mila uomini e donne per il numero di figli avuti nel corso ella vita.

Fino ad ora il comportamento riproduttivo si pensava fosse legato soprattutto a scelte personali o a circostanze sociali e a fattori ambientali. Questa ricerca mostra però che esiste una base biologica per il comportamento riproduttivo.

Gli autori dello studio sono biologi, sociologi e esperti di genetica. La nuova ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica Nature Genetics.

Leggi anche: CERCATE UNA GRAVIDANZA? NIENTE ALCOL PER I FUTURI PAPA’

Melinda Mills, autrice principale dello studio, ha sottolineato che: “Finalmente sappiamo dove trovare le aree del DNA legate al comportamento riproduttivo. Ad esempio, abbiamo scoperto che le donne con varianti del DNA legate a rimandare la nascita del primo figlio hanno anche parti del codice genetico associate con l’arrivo tardivo della prima mestruazione e con il rinvio della menopausa”.

Leggi anche: LA LONGEVITA’ DEI FIGLI DIPENDE DAL PADRE

Lo studio mostra che le variazioni del DNA legate al’età in cui avere il primo figlio sono associate ad altre caratteristiche legate alla riproduzione, come l’età della prima mestruazione nelle donne e il cambio della voce nei ragazzi durante l’adolescenza.

Leggi anche: 10 CIBI E CONSIGLI PER AUMENTARE LA FERTILITA’

Alcuni dei geni studiati possono influenzare la fertilità, mentre altri sono ancora poco noti e meritano ulteriori approfondimenti. Secondo i ricercatori scoprire le funzioni di questi geni potrebbe portarci ad avere maggiori informazioni sulla fertilità delle donne e degli uomini e su come intervenire in caso di infertilità.

Leggi anche: MACA, LA PIANTA DEL DESIDERIO E DELLA FERTILITA’

Marta Albè

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook