mudra

Quante volte durante la giornata facciamo delle promesse a noi stessi, desideriamo di cambiare un atteggiamento, oppure nascono dei buoni propositi. Alcune volte queste aspirazioni coincidono con frasi del tipo "da domani starò attenta a come e cosa mangio!" oppure "Comincerò a fare attività fisica!" o "Non voglio stressarmi!" "Mi prenderò cura di me stessa!"... Ma quante volte abbiamo pensato che potevamo dare maggiore forza ai nostri propositi con un gesto delle mani?

I mudra (dal sanscrito sigillo o anche simbolo) sono dei gesti che possono essere fatti per riattivare e stimolare l'energia del nostro corpo: secondo gli yogi (e non solo) alcuni mudra agiscono solo a livello del corpo fisico, altri portano dei cambiamenti anche allo stato mentale ed emotivo, altri ancora a delle evoluzioni sul piano spirituale. Se ne conoscono più di 200 che stimolano su 3 livelli: fisico, mentale, spirituale.

È come se dessimo un imput al nostro corpo semplicemente con una posizione delle dita delle mani dando delle direttive per riallinearsi su uno o più livelli. In India, tra molti medici allopatici, è una prassi integrare ad una prescrizione farmacologica per i pazienti la pratica di qualche mudra! In questo modo – fra l'altro - il paziente diventa parte attiva e responsabile del sul processo di guarigione.

Ecco 3 mudra che, seguendo le indicazioni, sono adatti a tutti sia per la semplicità che per le loro finalità: depurare il corpo, ritrovare energia e rilassarsi.

Per praticarli è consigliabile sedersi a gambe incrociate su un materassino sul pavimento assicurandosi di essere comodi, oppure seduti su una sedia con i piedi ben piantati a terra (senza scarpe). La schiena e il collo devono essere dritti e rilassati. Il respiro regolare, tranquillo, senza porre troppa attenzione su di esso in modo che sia naturale (tendenzialmente mano a mano che ci si rilassa le respirazione tende a divenire sempre più profonda senza forzarla). Chiudere gli occhi può aiutarci ad eliminare le distrazioni esterne e proiettarci verso l'interno, verso noi stessi e "ascoltarci" un po' di più. I mudra vanno fatti con entrambe le mani in contemporanea.

Mudra per la disintossicazione

detoxification

Un mudra eccellente per stimolare l'eliminazione delle tossine dal nostro corpo. Il primo risultato è una depurazione del fisico come conseguenza, secondo l'ayurveda, anche la mente e lo spirito lentamente seguiranno la purificazione. Deve essere fatto a stomaco vuoto, la mattina appena svegli, dopo aver bevuto un bicchiere di acqua.

Procedimento: poggiare entrambe le mani sulle gambe con il palmo rivolto verso l'alto e distendere tutte le dita della mano, poi piegare il pollice verso la base (3° linea) del 4° dito (anulare): non esercitare pressione, mantenere le altre dita ben distese. Chiudere gli occhi e focalizzarsi sulla posizione e mantenerla per 15 minuti.

Pranah Mudra

pranah

Secondo l'ayurveda il buon funzionamento del corpo è regolato da 10 elementi fondamentali di cui uno è per l'appunto il "Pranah", una sorta di energia vitale: questo mudra è indicato per rinforzare il corpo, dare enegia, rinforzare il sistema respiratorio. In ayurveda viene consigliato per le malattie croniche e in generale per gli stati di debolezza (al contrario sconsigliato se siete di già iperattivi!). Preferibilmente a stomaco vuoto, si può fare la mattina, a metà mattinata e pomeriggio: sconsigliato la sera perché non agevola il sonno.

Procedimento: poggiare entrambe le mani sulle gambe con il palmo rivolto verso l'alto e distendere tutte le dita della mano, toccare con la punta del pollice la punta del 4° e del 5° dito: non esercitare pressione e mantenere le altre dita distese. Chiudere gli occhi e focalizzarsi sulla posizione e mantenerla per 8 minuti (si può arrivare fino a 15 minuti) fino a 3 volte al giorno.

Gyan Mudra

gyan

Questo mudra è utile per riprendere il nostro tempo, per tornare a noi stessi quando siamo travolti dal caos e stress quotidiano; è utile farlo la mattina per iniziare la giornata più rilassati, in una pausa a lavoro, quando siamo nervosi per qualche discussione sgradita, o la sera a casa, dopo una giornata stressante. Serve a calmare lo stato emotivo e mentale, di conseguenza è un mudra che rafforza il sistema nervoso, aumenta la concentrazione, allontana emozioni negative, favorisce un buon sonno, dona sollievo in caso di mal di testa.

Procedimento: poggiare le mani sulle gambe con il palmo rivolto verso l'alto, piegare il dito indice verso il pollice e toccare con la punta dell'indice pochissimo al di sotto della punta del pollice. Toccare delicatamente senza esercitare alcuna pressione. Mantenere dritte le altre dita. Cominciare con 8 minuti si può arrivare fino a 16 minuti per 3 volte al giorno.

Così possiamo veramente dire che la salute è nelle nostre mani!

Chiara Cardona

LEGGI anche:

10 motivi per praticare yoga (sesso compreso)

Dai Sutra dello Yoga 5 modi per essere "green" dentro e fuori

Ayurveda: in salute con acqua e terme

10 metodi naturali per disintossicare l'organismo

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram