Insonnia: 10 piante che ci aiutano a dormire meglio

dormire erbe

Il passaggio da una stagione all'altra rappresenta un periodo piuttosto critico per tutti coloro che soffrono di insonnia o che faticano ad ottenere un riposo soddisfacente durante le ore notturne. Fortunatamente dalla natura provengono numerosi aiuti in proposito, con particolare riferimento ad alcune piante utilizzate tradizionalmente dalla medicina naturale per conciliare il sonno e favorire un buon riposo. Ve ne consigliamo 10.

Esse possono essere raccolte e lasciate essiccare oppure acquistate in erboristeria, chiedendo allo stesso tempo indicazioni per la preparazione dei decotti o degli infusi più adatti alla propria situazione.

1) Tiglio

Un infuso a base di tiglio, facilmente reperibile in erboristeria, rappresenta uno dei rimedi naturali ideali per conciliare il sonno. L'infuso di tiglio possiede infatti straordinarie proprietà calmanti e rilassanti, che contribuiscono a favorire un buon riposo e a distendere le tensioni. L'infuso di tiglio viene utilizzato tradizionalmente anche per la cura di raffreddore, febbre e influenza. Possiede inoltre un'azione antisettica ed antinfiammatoria, oltre a costituire un valido aiuto naturale per combattere l'insonnia.

2) Cipolla

cipolla-insonnia

La cipolla, considerata non soltanto come un ortaggio, ma come un vero e proprio medicinale naturale universalmente riconosciuto, possiede inaspettate proprietà che favoriscono un sonno migliore. Con la cipolla è infatti possibile realizzare un rimedio della nonna contro l'insonnia, che consiste nel posizionare mezza cipolla in un barattolo la cui apertura deve essere tenuta coperta con un telo o un fazzoletto. A questo punto ogni sera bisognerebbe provare ad inalare più volte l'aroma della cipolla prima di andare a dormire, per accelerare il sopraggiungere del momento di addormentarsi.

Leggi anche:

- Rimedi Naturali: 10 usi alternativi della cipolla

3) Camomilla

camomilla

La camomilla è probabilmente il rimedio naturale più conosciuto ed utilizzato per favorire il sonno e il rilassamento. Un infuso di camomilla bevuto prima di andare a dormire rilassa il corpo e la mente e aiuta a riposare meglio. Nell'antico Egitto la camomilla veniva considerata come una pianta sacra da offrire alle divinità, per ottenere il loro favore. La camomilla viene inoltre utilizzata per dare sollievo agli occhi arrossati e come tonico addolcente per la pelle del viso, sotto forma di semplice infuso.

4) Lampone

Il lampone è considerato uno degli alimenti in grado di favorire il buon riposo. Le stesse proprietà vengono attribuite all'infuso di foglie di lampone, che viene consigliato anche come rimedio naturale per favorire il travaglio. La medicina naturale ne esalta le proprietà astringenti e calmanti. L'estratto di lampone è considerato adatto nel caso si desideri regolarizzare la pressione sanguigna eccessivamente elevata.

5) Valeriana

La valeriana è ritenuta come un vero e proprio tranquillante naturale. È stata utilizzata come sonnifero tradizionalmente per più di 1000 anni, in assenza dei rimedi che la chimica odierna ci offre, spesso non privi di effetti collaterali. Le proprietà curative della valeriana sono racchiuse in modo particolare nella sua radice, che viene raccolta durante l'autunno e lasciata essiccare all'aria. La valeriana viene venduta in erboristeria sotto forma di radice essiccata per la preparazione di infusi o di estratto da utilizzare contro l'insonnia.

6) Enula campana

L'enula campana è una pianta erbacea perenne, dai fiori gialli, conosciuta fin dai tempi degli antichi romani sia come pianta medicinale che come erba aromatica da utilizzare in cucina. L'enula campana contiene naturalmente sali minerali e vitamina C. Presenta proprietà antibiotiche e antisettiche. Migliora la circolazione del sangue e contribuisce a contrastare la caduta dei capelli. È nota per la sua capacità di eliminare gli stati di irritabilità, inducendo tranquillità e favorendo il buon riposo. L'enula campana viene utilizzata in proposito per la preparazione di infusi e decotti. È possibile chiedere consigli sul suo impiego al proprio erborista di fiducia.

7) Lavanda

lavanda_insonnia

Il semplice profumo dei fiori di lavanda induce un senso di tranquillità e favorisce un buon sonno. Esistono in commercio acque alla lavanda naturali, prive di additivi industriali, da spruzzare nella camera da letto o sul cuscino prima di andare a dormire. È inoltre possibile lasciare cadere poche gocce di olio essenziale di lavanda su di un fazzoletto di stoffa da tenere sul comodino, in modo che il profumo che esso sprigionerà possa aiutarvi a dormire meglio. I fiori di lavanda possono essere raccolti e lasciati essiccare oppure acquistati in erboristeria per preparare infusi da assumere per favorire un buon sonno.

Leggi anche:

Lavanda: proprieta' benefiche e i mille utilizzi per la salute e la bellezza

8) Salvia

Dai fiori e dalle foglie di salvia, sia fresche che essiccate, è possibile preparare un decotto adatto a favorire il sonno e a combattere l'insonnia. Si tratta di un rimedio utilizzato tradizionalmente nella medicina naturale. Le foglie vengono raccolte solitamente nei mesi di maggio e di giugno, prima che avvenga la fioritura della pianta. La tarda primavera è infatti considerata come il periodo migliore per la loro raccolta. Il decotto e l'infuso di salvia fortificano l'organismo e favoriscono la digestione, oltre che il buon riposo.

9) Iperico

L'iperico, anche noto con il nome di Erba di San Giovanni, viene utilizzato per realizzare infusi dal potere calmante e rilassante, per combattere l'insonnia e in caso di depressione. Il suo utilizzo prolungato dovrebbe essere effettuato sotto il controllo di un medico o di un erborista. Le sue potenzialità calmanti raddoppiano se esso viene associato all'assunzione di valeriana. L'iperico è considerato come un antivirale e un antidepressivo naturale molto efficace, soprattutto per quanto concerne le forme ansiose.

Leggi anche:

Iperico: utilizzi e potenzialità

10) Calamo aromatico

Il calamo aromatico è una pianta erbacea originaria dell'Asia ed in seguito diffusasi in Europa. Le sue foglie, dal profumo di limone, nel Medioevo venivano cosparse sui pavimenti per profumare gli ambienti sprigionando il loro aroma quando venivano calpestate. Il calamo aromatico viene utilizzato in erboristeria per la preparazione di infusi dal potere rilassante e in grado di favorire il sonno. Ad esso vengono inoltre attribuite proprietà stimolanti benefiche per l'apparato gastro-intestinale.

Marta Albè

Leggi anche:

- 10 semplici regole per riposarsi tanto anche dormendo poco

- 7 motivi per cui ci si sente stanchi al risveglio (materasso escluso)

- Insonnia: 5 alimenti che la favoriscono e 5 che la prevengono

- Dormi green, dormi meglio! Consigli per un sonno "a zero emissioni"

- 10 infusi da preparare a costo zero