Consigli naturali per accelerare il metabolismo

metabolismo

Sono tante le persone che vorrebbero avere un metabolismo più veloce il più delle volte perché ci si pone l'obiettivo di dimagrire e mantenere il peso forma senza fare troppi sforzi. Ci sono un sacco di fattori che bisogna considerare per migliorare la nostra forma fisica. Scopriamo allora alcuni consigli naturali per accelerare il metabolismo.

Iniziamo dicendo che non esistono soluzioni miracolose, che siano pillole o diete lampo e alla moda per dimagrire e accelerare il proprio metabolismo. La risposta è solo in uno stile di vita sano che comprenda un'alimentazione corretta e il giusto quantitativo di attività fisica. 

Ma cerchiamo di capire meglio cosa si intende per metabolismo...

CHE COSA E' IL METABOLISMO

Il metabolismo è un processo biochimico che regola quanto velocemente trasformiamo le calorie che assumiamo in energia.

Usiamo energia e bruciamo grasso quando facciamo attività fisica e quando digeriamo, ma non solo. Continuiamo a bruciare grasso anche quando siamo a riposo. La velocità con cui bruciamo i grassi quando siamo a riposo si chiama metabolismo basale. Questo metabolismo basale si può velocizzare e far in modo di bruciare grasso più velocemente anche quando non facciamo cose impegnative.

Metabolismo basale

Ogni organismo è diverso e possiede un proprio metabolismo basale. Con questo termine si intende la quantità di energia che serve al nostro organismo per mantenere le sue funzioni vitali a riposo: circolazione, respirazione, ecc. Esso è maggiore negli uomini che nelle donne e diminuisce con l’avanzare dell’età. Le persone alte hanno un metabolismo basale più elevato perché il corpo ha necessità di maggiore energia utile a far circolare il sangue e i nutrienti essenziali in una superficie più vasta.

Il metabolismo basale può essere più o meno lento ma le variazioni non sono così significative da giustificare eccessive differenze di peso (a meno che non ci siano problemi di iper o ipotiroidismo). Importante conoscere il proprio metabolismo basale in modo tale da poter calibrare meglio la propria alimentazione stimando, meglio se con l'aiuto di un esperto, il quantitativo calorico necessario ad ogni giornata tenendo conto anche delle attività più o meno movimentate o sedentarie che si compiono.

Leggi anche: METABOLISMO BASALE: CONOSCERLO E CALCOLARLO E' IMPORTANTE 

metabolismo

COME RISVEGLIARE IL METABOLISMO

Può sembrare strano ma  innanzitutto è bene sapere cosa non bisogna fare. Ci sono delle cattive abitudini, infatti, che possono andare a rallentare il nostro metabolismo e aumentare il grasso invece di bruciarlo. Le cose che potrebbero rallentare il nostro metabolismo sono:

1) La cattiva nutrizione

Bevande ad alto contenuto di zuccheri, snack e cibi pronti. Mangia solo cibi naturali e sani. Evita anche i cibi super raffinati e ad alto contenuto di grassi.

2) Il cattivo riposo

Se il tuo corpo è stanco e esaurito non potrà essere efficiente, migliora la sua efficienza migliorando la qualità del tuo sonno.

3) Lo stress

Lo stresso aumenta la produzione del cortisolo nel nostro corpo che favorisce l'aumento di peso. Rilassatevi e lasciate andare... i chili di troppo.

4) Le diete

Una dieta troppo severa può essere controproducente. Evitate le "diete miracolose" a basso contenuto calorico. Queste diete affamano il nostro corpo e il metabolismo rallenta per impedirci di consumare troppe calorie, ogni volta che mangiamo il nostro corpo "fa scorte" di grasso innescando un meccanismo di sopravvivenza. Queste diete possono apparentemente funzionare a breve termine, tuttavia per mantenere un fisico sano e snello a lungo termine è necessario migliorare le vostre abitudini alimentari.

5) L'intossicazione

L'accumulo di tossine nel corpo rallenta il nostro metabolismo perché l'organismo ogni giorno deve fare del lavoro extra per eliminare tutte queste sostanze inutili e dannose. Seguite i nostri consigli per disintossicare il corpo in maniera naturale.

Esercizi utili per accelerare il metabolismo

Qualsiasi attività fisica regolare può andare bene: jogging, bicicletta, nuoto, passeggiate, ecc. Molto efficace è anche la pratica dei 5 tibetani. Una cosa di cui dovreste tenere conto è anche il fatto che ogni tanto bisogna variare tale attività di modo che il vostro corpo no si abitua al movimento e smette di migliorare.

Leggi anche: CINQUE TIBETANI: COME E PERCHE' PRATICARE I CINQUE RITI TIBETANI OGNI MATTINA 

Si può iniziare anche con soli 15 minuti. Sembra poco ma sempre allenamento è, e inoltre i tuoi muscoli si attiveranno, forse ci prenderai anche gusto e magari la settimana successiva sarai in grado di passare a 20, 30 minuti e cosi via.

5 tibetanifonte foto: domyos.co.uk

ALIMENTI CHE ACCELERANO IL METABOLISMO

Il modo più semplice in assoluto per rafforzare il nostro metabolismo è mangiare bene. Come potete immaginare quello che mangiamo e come mangiamo ha un grande impatto sul nostro tasso metabolico. Ecco allora alcuni cibi che sono in grado di aiutarci a velocizzare il nostro metabolismo: Mele, Sedano, Aglio, Limone, Mango, Cipolla, Papaia, Cavolo, Lattuga, Avocado, Carote, Bacche e frutti di bosco, Arance, Spinaci, Rape, Broccoli, Pomodori, Zucchine, Asparagi, Cocomero, Ananas, Pompelmo, Cavolfiore, Verdure a foglia verde.

Molte anche le spezie utili ad accelerare il metabolismo e considerate brucia grassi. Ve ne indichiamo dieci, tra le quali potrete scegliere per la preparazione di infusi in grado di favorire la digestione o per arricchire di sapore i vostri piatti, beneficiando allo stesso tempo delle loro proprietà salutari. Si tratta di cannella, cumino, zenzero, curcuma, peperoncino, pepe nero, ginseng, cardamomo, zafferano e aneto.

Leggi anche10 SPEZIE BRUCIA-GRASSI 

Ricapitolando, se volete dare una sferzata al vostro metabolismo mettete in tavola più spesso:

• Mele
• Sedano
• Aglio
• Limone
• Mango
• Cipolla
Papaia
• Cavolo
• Lattuga
• Avocado
• Carote
• Bacche e frutti di bosco
• Arance, Spinaci
• Rape
• Broccoli
• Pomodori
• Zucchine
• Asparagi
• Cocomero
Ananas
• Pompelmo
• Cavolfiore
• Verdure a foglia verde
• Cannella
• Cumino
• Zenzero
Curcuma
• Peperoncino
• pepe nero
• ginseng
• cardamomo
• zafferano
• aneto

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA PER IL METABOLISMO

Quella di bere tanta acqua è da sempre una raccomandazione dei nutrizionisti per mantenersi in salute . Idratarsi consente l'eliminazione delle tossine e il trasporto dei nutrienti verso le cellule. Di contro, la carenza di acqua può causare disidratazione, una condizione che non permette al corpo di funzionare regolarmente e che può causare affaticamento e senso di stanchezza.

Nello specifico bevendo acqua si attivano quei meccanismi metabolici di produzione di calore con dispendio energetico. Diversi studi hanno infatti dimostrato che bere più acqua aiuta a stimolare il metabolismo e a bruciare più calorie.

Leggi anche: COME DIMAGRIRE CON L'ACQUA: BERE TANTO ACCELERA IL METABOLISMO E FA PERDERE PESO 

In uno studio di qualche anno fa pubblicato su The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, si valutava l'effetto che l'acqua ha sul tasso metabolico, cioè quante calorie vengono bruciate dal nostro organismo ogni giorno. I ricercatori hanno scoperto che bere due bicchieri d'acqua, pari a circa mezzo litro, a temperatura ambiente (22°C), aumentava del 30% il tasso metabolico sia degli uomini che delle donne.

Un'altra ricerca, questa volta israeliana, ha poi riscontrato un effetto simile nei bambini maschi di età compresa tra gli 8 e gli 11 anni in sovrappeso. Questa analisi ha osservato un aumento medio del 25% del tasso metabolico dopo aver bevuto acqua (4°C, per una quantità di 10ml/kg): l'effetto cominciava entro 24 minuti dall'ingestione e durava in media 40 minuti. In questo caso, il merito non sarebbe soltanto dell'effetto termogenico, ma anche dei muscoli: un tessuto muscolare correttamente idratato, infatti, è più attivo dal punto di vista del metabolismo. Da qui la necessità non solo di bere, ma anche di bere lungo tutto l'arco della giornata.

bereacqua

4 COSE DA FARE OGNI GIORNO

Alcuni consigli utili per risvegliare il metabolismo da mettere in pratica tutti insieme sono: mangiare cibi freschi e naturali, fare almeno 3 pasti al giorno (meglio se 5-6), mangiare 10 grammi di proteine entro le 10 del mattino e fare attività fisica ma senza esagerare.

Il nostro metabolismo ha bisogno di frutta, verdura, frutta secca e oli naturali, evitate il più possibile quindi i cibi preconfezionati, con conservanti, zucchero o surrogati e imparate a leggere bene le etichette. Scegliete prodotti che abbiano massimo tre/quattro ingredienti e optate quindi per cibi semplici e freschi, preferendo soprattutto frutta e verdura depurativa, come finocchi, spinaci, lattuga, arance, mele, noci pecan, nocciole e mandorle.

Non saltate mai i pasti e non restate a digiuno per più di 5-6 ore. Per compensare gli eccessi di un pasto troppo ricco, a cena mangiate un’insalata depurativa, un minestrone di verdure cotte, o una macedonia di stagione, ma evitate di restare a lungo senza mettere qualcosa nello stomaco. Il vostro metabolismo ringrazierà.

Per risvegliare il vostro metabolismo fin dalle prime ore della giornata, vi consigliamo di mangiare 10 grammi di proteine entro le 10 del mattino. Via libera quindi ad una colazione ricca e variegata! E cercate di rispettare gli orari dei pasti: fare colazione alle 11 scombussolerà il vostro metabolismo per l’intera giornata!

Molti si lamentano perché, nonostante un’intensa attività fisica, non riescono a scendere di peso. Il motivo risiede nel tipo di movimento che si svolge. Uno sport troppo stressante dal punto di vista cardiovascolare tende a bruciare i tessuti muscolari e non i grassi. Cercate di optare quindi per lunghe passeggiate, sessioni di ginnastica dolce, semplici esercizi con le gambe o cyclette.

Leggi anche: LE 4 REGOLE D’ORO PER RISVEGLIARE IL METABOLISMO 

Ricordatevi quindi ogni giorno di:

• Mangiare bene
• Non saltare i pasti
• Mangiare proteine entro le 10 di mattina (via libera dunque alla colazione proteica)
• Fare attività fisica moderata

DIETA METABOLICA

La dieta metabolica è un regime alimentare studiato e diffuso da Mauro di Pasquale, medico canadese di origini italiane che ha messo nero su bianco le sue teorie nel libro: “La dieta metabolica. Un approccio alla dieta pratico e semplice”.  La dieta metabolica vuole ottenere l’obiettivo di cambiare il metabolismo della persona in poco tempo facendogli così perdere peso velocemente e mantenendo i risultati a lungo. Si basa sul principio secondo cui una dieta povera di calorie e carboidrati fa sì che l’organismo vada ad intaccare prima i grassi. In questo modo, secondo l’ideatore della dieta, si va quindi ad indurre una sorta di shock all’organismo che è così spinto a bruciare i grassi per creare l’energia che gli è necessaria ma senza indebolirsi o soffrire la fame.

La dieta metabolica si struttura sostanzialmente in due fasi: periodo di prova e seconda fase. Il periodo di prova dura circa 4 settimane durante le quali la persona che segue questo regime alimentare deve individuare la quantità minima di carboidrati necessari al suo organismo per evitare sgraditi effetti collaterali come eccessiva stanchezza, mal di testa, ecc. Nello specifico il periodo di prova prevede: 12 giorni in cui si consumano pochi carboidrati e molti grassi (fase di scarico) e poi 2 giorni con molti carboidrati (fase di carico). Lo schema è da ripetere due volte. Nella seconda fase l’organismo ha già imparato che deve bruciare i grassi per produrre energia. Ora però è necessario fare in modo che mantenga chiara questa informazione per continuare di questo passo. La dieta metabolica dopo il periodo di prova consiglia di alternare 5 giorni di scarico a 2 di carico.

Nel periodo in cui si segue questa dieta si mangiano sostanzialmente proteine animali e grassi, frutta secca, piccole quantità di frutta e verdura e carboidrati in maniera molto limitata.

Si tratta però di un regime alimentare con molte controindicazioni e possibili effetti collaterali tra cui: shock dell’organismo che si trova senza carboidrati e conseguenti mal di testa, stanchezza, nausea, dieta troppo ricca di grassi e proteine e povera di fibre, regime alimentare squilibrato che non infonde una corretta educazione alimentare. Se proprio volete seguire questo tipo di dieta fatevi seguire da un esperto. E' sempre sconsigliata però a chi soffre di patologie renali, tiroidee e in caso di gravidanza e allattamento.

Leggi anche: DIETA METABOLICA: COME FUNZIONA, ESEMPI, COSA MANGIARE E CONTROINDICAZIONI 

Non è mai troppo tardi per iniziare a prendersi cura di sé. Seguite i nostri consigli e fateci sapere!

Francesca Biagioli

Pin It