Il paese più salutare del mondo? La Spagna toglie il primato all’Italia nel Global Health Index

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Italia spodestata dalla Spagna. Secondo il Global Health Index di Bloomberg il nostro paese non è il più salutare del mondo, come si era confermato finora. La Spagna lo ha scavalcato conquistando il podio più alto e lasciando l’Italia al secondo posto. Al terzo si è piazzata l’Islanda.

Se c’era una cosa di cui andavamo fieri era lo stato di salute del nostro paese. Sole, mare, dieta mediterranea sono sempre stati alleati del nostro benessere ma a quanto pare i vicini spagnoli sanno fare di meglio.

O almeno così dice il Bloomberg Global Health Index basandosi su una serie di dati raccolti in tutto il 2019. Sono stati monitorati 169 paesi in tutto il mondo tenendo conto di una serie di indicatori tra cui: abitudini e rischi per la salute (tabacco, livelli di pressione sanguigna, obesità), fattori ambientali (accesso all’acqua potabile e al cibo, qualità dell’aria), sicurezza sociale, aspettativa di vita e le cause più comuni di morte in ogni stato.

mappa global index

©Bloomberg Global Health Index

Per stilare la classifica sono stati utilizzati i dati forniti dall’Organizzazione mondiale della sanità e dalla Banca mondiale. Ed ecco la top ten:

top ten index

©Bloomberg Global Health Index

In Spagna si vive di più

La Spagna vanta la più alta aspettativa di vita alla nascita tra le nazioni dell’Unione Europea, preceduta solo dal Giappone e dalla Svizzera a livello globale. Secondo le previsioni dell’Institute for Health Metrics and Assessment dell’Università di Washington, la Spagna entro il 2040 avrà la più elevata, a quasi 86 anni, seguita da Giappone, Singapore e Svizzera.

“Le cure primarie sono essenzialmente fornite da fornitori pubblici, medici di famiglia specializzati e infermieri, che forniscono servizi di prevenzione a bambini, donne e pazienti anziani”, secondo l’Osservatorio europeo dei sistemi e delle politiche sanitarie. Nel paese inoltre è stato rilevato un calo di malattie cardiovascolari e decessi per cancro nell’ultimo decennio.

Abitudini alimentari

I ricercatori affermano che le abitudini alimentari possono fornire indizi sui livelli di salute di cui godono la Spagna e l’Italia, in quanto seguire la dieta mediterranea si traduceva in un tasso inferiore di eventi cardiovascolari rispetto a quelli di una dieta a ridotto contenuto di grassi.

Un altro fattore che ha portato la Spagna in testa alla classifica è che ha un’alta percentuale – la più alta in Europa – di persone che camminano regolarmente: il 37% delle persone afferma di andare a lavorare a piedi, lasciando a casa l’auto.

Godiamo di un ottimo secondo posto ma dovremmo riscoprire tante piccole buone abitudini che ci permetterebbero di vivere ancora meglio.

Fonti di riferimento: World Population Review

LEGGI anche:

Dove si vive meglio e di più? I Paesi con l’aspettativa di vita più lunga

Longevità è donna: nel 2030 aspettativa di vita di 90 anni per le sudcoreane

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook