vino_rosso_cancro

Le malattie si combattono prima di tutto a tavola! Le donne che bevono ogni giorno quantità moderate di vino rosso hanno più probabilità di evitare il cancro al seno.

A rivelarlo è uno studio americano pubblicato sul “Journal of Women's Health” da un gruppo di ricercatori del Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles, secondo cui le sostanze chimiche contenute nei semi e nelle bucce dell’uva rossa contribuiscono a ridurre leggermente i livelli di estrogeni e ad aumentare quelli di testosterone, specie tra le donne in pre-menopausa. E questo produce una riduzione del rischio di ammalarsi di tomore al seno.

In effetti, negli ultimi anni, numerosi studi internazionali avevano già scoperto le proprietà benefiche e antiossidanti del vino rosso, purché consumato naturalmente in quantità moderate.

Una scoperta che contrasta in modo evidente con le convinzioni degli anni scorsi che vedevano nel vino, e nelle bevande alcoliche in generale, una causa della nascita di cellule tumorali.

Ma come sono arrivati a queste conclusioni?
I ricercatori americani hanno testato un gruppo di donne in pre-menopausa che avevano consumato un bicchiere abbondante di vino rosso (nel dettaglio Cabernet Sauvignon) ogni sera, per un mese consecutivo, e un altro gruppo della stessa età che aveva consumato invece del vino bianco (lo Chardonnay).
Risultato? Solo le donne che avevano bevuto regolarmente dosi moderate di vino rosso hanno registrato livelli più bassi di estrogeno e valori più alti di testosterone.

Se si ha l'occasione di bere un bicchiere di vino a cena, conviene prendere in considerazione un bicchiere di vino di rosso" - ha consigliato Chrisandra Shufelt, ricercatrice al Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles e coautrice dello studio.

Verdiana Amorosi

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram