10 rimedi naturali contro la depressione

depressione_rimedi_naturali

La depressione è un male le cui concause sono molteplici; si suddividono infatti tra fattori biochimici, psicologici, ambientali, emotivi. Non sempre tali cause sono ben individuabili. L’individuazione delle cause reali può non essere semplice, sia per il medico che per il paziente che cerca di autoanalizzarsi. La depressione colpisce maggiormente le fasce di popolazione comprese tra i 14 e 40 anni, dunque, prevalentemente, adolescenti, giovani uomini e donne.

Nei casi più gravi si è obbligati a ricorrere a farmaci. Un piccolo aiuto in più, sia per chi soffre realmente di depressione, sia per chi attraversa semplicemente un periodo nero, può arrivare da qualche semplice, ma non scontato, suggerimento riguardante una maggiore attenzione alla propria alimentazione, l’importanza di trascorrere una parte della giornata all’aria aperta, il prendersi cura del proprio universo interiore. Il tutto condensato in dieci rimedi da sperimentare, non dimenticando di chiedere un parere al proprio medico.

1. Provate ad individuare i motivi per cui vi sentite depressi.

Spesso i motivi che fanno precipitare l’umore verso il basso possono essere legati a circostanze particolari della vostra vita. Chiedetevi dunque se le cause siano legate ad un lavoro eccessivamente stressante, che fagocita ogni giorno tutte le vostre energie, ad improvvisi o prolungati problemi economici, a gravi questioni che affliggono la vostra famiglia. Siate onesti con voi stessi in modo da poter raggiungere il vero nocciolo del problema e riuscire a reagire per risolverlo, cercando un aiuto mirato.

2. Fate più movimento.

Dedicarsi all’esercizio fisico rilascia endorfine, sostanze che contribuiscono a stimolare sensazioni positive, agendo da anti-depressivi. Non abbandonate quindi il vostro sport preferito, dedicatevi allacorsa o fate lunghe passeggiate. Oppure provate ad avvicinarvi a discipline allo stesso tempo energizzanti e rilassanti, come lo yoga e il pilates.

3. Non saltate i pasti.

Suddividete la vostra alimentazione prevedendo tre pasti principali e due spuntini, uno a metà pomeriggio e uno a metà mattina. Abituandovi a questa routine contribuirete a mantenere stabili i livelli di zuccheri nel sangue, evitando così oscillazioni dell’umore.

4. Seguite una dieta pro-serotonina.

Molti medicinali antidepressivi hanno lo scopo di innalzare chimicamente i livelli di serotonina. Un effetto simile può essere ottenuto grazie all’assunzione di alcuni alimenti, come aringhe, alici,salmone, olio e semi di lino, noci, che sono tra i cibi più ricchi di acidi grassi omega-3.

5. Scegliete cibi “allegri” ed energetici.

Tra gli alimenti che aiutano a migliorare l’umore vi sono le banane e il cioccolato. Le banane contengono fruttosio, che offre al corpo uno sprint immediato, e fibre, che vanno a formare una scorta di energia, pronta per il momento in cui l’organismo ne richiede. Il cioccolato, meglio se fondente, contiene alti livelli di triptofano, precursore della serotonina, e di flavonoidi, antiossidanti che aiutano il buon funzionamento del cervello e la circolazione del sangue. Non dimenticate i semi di zucca. Una manciata al giorno, grazie all’elevato contenuto di acido folico, contribuisce a regolare gli sbalzi d’umore. Livelli troppo bassi di acido folico favoriscono stati di irritabilità e di insonnia.

6. Evitate la caffeina.

Se assumete troppi caffè al giorno, diminuite progressivamente il numero delle vostre tazzine abituali. La caffeina infatti riduce i livelli di serotonina.

7. Vivete all’aria aperta.

Esporsi alla luce del sole aiuta a migliorare immediatamente l’umore. Godete il più possibile dei benefici della bella stagione, tra cui l’aumento della produzione di vitamina D, dato dalla maggiore esposizione del nostro corpo ai raggi solari, senza ovviamente dimenticarvi di proteggere la vostra pelle dai danni causati da UVA e UVB, scegliendo preferibilmente protezioni solari contenenti filtri fisici.

8. Meditate.

La meditazione ha effetti benefici provati per l’umore, la mente e l’intero organismo. Una pratica regolare vi potrà aiutare a ritrovare via via quella capacità di concentrazione che era stata minata dal vostro stato di depressione.

9. Gettate la maschera.

Cercate cioè di vivere in maniera più autentica ogni aspetto della vostra esistenza. Siate voi stessi e non vergognatevi di esserlo. Non nascondetevi. Fingere di essere ciò che non si è porta inevitabilmente ad essere scontenti di se stessi e a peggiorare il proprio umore.

10. Parlatene.

Non chiudetevi in voi stessi. Cercate una persona fidata, disposta ad ascoltarvi senza giudicarvi, a cui aprire il vostro mondo interiore e a cui confidare liberamente i vostri stati d’animo. Se sentite la necessità di analizzarvi in profondità e di superare i blocchi interiori che incontrate, rivolgetevi ad un buon medico, che vi aiuterà a scoprire le cause della vostra depressione, se di depressione si tratta, e vi potrà suggerire le cure migliori, non necessariamente farmacologiche, a seconda dell’entità del vostro problema.

Marta Albè

Pin It