Troppo_storpia

La saggezza popolare è spesso fonte di piccole verità di buon senso. Come la massima secondo cui “il troppo stroppia”: una massima che si può applicare con disinvoltura a quasi tutti i campi, e persino a comportamenti e azioni generalmente considerate “salutari”. In moltissimi casi, esagerare può risultare addirittura controproducente.

Ecco ad esempio 8 buone abitudini che, se esagerate, possono avere ricadute negative sulla nostra salute e sul nostro benessere:

1. Dormire

Aprile, dolce dormire” recita un famoso detto. D’altra parte, troppo spesso, nelle nostre frenetiche vite metropolitane, ci ritroviamo a rimpiangere le ore di sonno perse: ci piacerebbe svegliarci al mattino appagati e riposati, pronti ad affrontare con energia le sfide di una nuova giornata, e invece non lo siamo. Al contrario, ci rechiamo al lavoro o sbrighiamo le diverse commissioni quotidiane con l’occhio a mezz’asta e il passo fiacco.

Perché dormire è necessario e fa bene, anche se con qualche limite: se siamo abituati a riposare pochissime ore nel corso della settimana lavorativa, non dobbiamo stupirci se la domenica mattina, dopo 10 ore di sonno filate, ci svegliamo con il mal di testa. Sarebbe molto meglio regolarizzare il più possibile i nostri ritmi e le nostre abitudini, non dimenticandoci di andare a letto solo dopo aver completato la digestione e di dormire in stanze silenziose e precedentemente arieggiate, in modo che le ore di sonno che ci concediamo siano pienamente ristoratrici.

LEGGI anche: 10 semplici regole per riposarsi tanto anche dormendo poco

2. Assumere vitamine

Le vitamine sono una componente essenziale per il corretto funzionamento del nostro organismo e la soluzione migliore sarebbe assumerle attraverso un regime alimentare corretto ed equilibrato. In caso di scompensi, esistono degli integratori in grado di aiutarci a raggiungere le quantità giornaliere consigliate. Tuttavia, esagerare con pillole multivitaminiche o barrette energetiche può essere controproducente, creando magari un’overdose di alcuni tipi di vitamine senza offrire un corretto bilanciamento e, di conseguenza, generando scompensi.

LEGGI anche: Vitamine: tutte le proprietà e i cibi che ne contengono di più

3. Fare esercizio fisico

Molti di noi conducono vite sedentarie e, di conseguenza, non corrono il rischio di muoversi troppo. Al massimo, ci capita il contrario. I problemi possono sorgere quando si desidera passare da abitudini estremamente pigre ad un’attività fisica costante. Entusiasti all’idea di fare finalmente del sano movimento, troppo spesso tendiamo ad esagerare, a pretendere dal nostro corpo ritmi altissimi e risultati immediati, correndo seriamente il rischio di farci male: stiramenti e contratture sono infatti dietro l’angolo. Il consiglio è di cominciare a fare esercizio fisico un passo alla volta, aumentando i ritmi in modo costante, certo, ma molto graduale.

LEGGI anche: Camminare: 10 motivi per farlo almeno 30 minuti al giorno

4.Utilizzare disinfettante per le mani

I gel disinfettanti per le mani sono utili nelle occasioni in cui si è esposti a germi e batteri ma non ci si può lavare, come quando si è in viaggio o ci si sposta sui mezzi pubblici, ma non deve diventare una regola. Usare più gel disinfettante non significa essere più protetti: dopo 2-3 usi consecutivi, l’unico modo per evitare davvero germi e batteri è ricorrere a un lavandino vero!

LEGGI anche: Disinfettante per le mani homemade: 5 ricette

5. Assumere fibre

Le fibre sono componenti essenziali di una dieta sana ed equilibrata e apportano numerosi benefici all’organismo, e in particolare all’apparato digerente. Tuttavia, il consiglio è di non superare la razione giornaliera raccomandata dagli esperti, che per gli adulti varia dai 20 ai 35 grammi. Altrimenti, possiamo correre il rischio di esporci ad alcune fastidiose disfunzioni, in particolare a carico di stomaco e di intestino.

LEGGI anche: 7 alimenti sorprendentemente ricchi di fibre

6. Lavare i denti

Una buona igiene orale è sempre consigliabile: tuttavia, questo non significa strofinare continuamente o con troppa forza i propri denti, con il rischio di consumare lo smalto e di rovinare le gengive. La pulizia dei denti va fatta con cura, sì, ma anche con delicatezza, utilizzando uno spazzolino adatto alle caratteristiche delle proprie gengive e cambiandolo ogni 2-3 mesi.

7. Lavare il viso

Chi ha la pelle grassa, magari con tendenza all’acne, potrebbe essere spinto a lavare e strofinare il viso diverse volte al giorno, senza realizzare che un lavaggio eccessivo potrebbe persino peggiorare la situazione, causando irritazioni. D’altra parte, l’obiettivo del lavaggio è di eliminare sporco e batteri, non di ridurre difese e strati protettivi della pelle. Quindi, almeno nella maggior parte dei casi, lavare il viso due volte al giorno utilizzando un detergente delicato è la soluzione migliore.

8. Sottoporsi a esami medici

Una regola di buon senso consiste nel non atteggiarsi a medici di se stessi, a meno che non si sia effettivamente conseguita una laurea in medicina. Quindi, se il vostro medico vi dice che non avete bisogno di un determinato esame, non insistete per sottoporvi ugualmente a delle procedure più o meno invasiveche, in alcuni casi specifici, potrebbero comportare anche delle radiazioni. Controllarsi, fare attenzione, rivolgersi ad un medico in caso di problemi o malesseri è sempre giusto e doveroso: l’ipocondria, invece, può causare più di un danno.

Lisa Vagnozzi

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram