sintomi_fisici_malessere

Vi capita di trovare nella doccia più capelli di quanti ne avete in testa? I jeans che avete appena acquistato non si lasciano abbottonare? Il mal di testa dura per settimane? Cosa vi sta succedendo? Forse, molto semplicemente, le vostre abitudini alimentari e i vostri comportamenti quotidiani stanno incidendo negativamente sulla vostra salute e sulla vostra forma fisica.

Ecco, quindi, giungere in vostro soccorso qualche piccolo suggerimento dettato dal buon senso, fermo restando che la soluzione, in caso di disturbi persistenti, malesseri e manifestazioni dolorose, è sempre quella di rivolgersi ad un medico.

1) Mal di testa ricorrenti

Avete mal di testa, prendete il solito antidolorifico, vi sentite meglio per qualche ora ma poi, il giorno dopo, tutto è come prima: dolori lancinanti, nausea, senso di affaticamento e scarsa capacità di concentrazione. Una possibile spiegazione potrebbe risiedere nell’abuso di farmaci: quando ci curiamo in modo autogestito, senza consultare un medico, tendiamo un po’ troppo facilmente ad aumentare le dosi, soprattutto quando non avvertiamo un sollievo immediato.

LEGGI anche: I 10 migliori cibi per chi soffre di mal di testa

Suggerimento

Il consiglio di buon senso consiste nel limitare il più possibile l’assunzione di antidolorifici e, in ogni caso, di evitare di usarli per più di due giorni consecutivi. Se il mal di testa persiste, l’unica cosa da fare è parlarne con il vostro medico curante.

2. Gonfiori

Avete comprato da poco dei fantastici jeans nuovi, ma quando avete finalmente deciso di indossarli vi è capitato di avere problemi ad abbottonarli. Com’è possibile? Vi chiedete. La contro-domanda è: non è che avete abusato di qualche alimento o bevanda, ultimamente? Bere troppi alcolici, così come esagerare con il caffè o con il the, può infatti causare ritenzione idrica, portando a spiacevoli gonfiori e ad una sensazione generalizzata di malessere.

LEGGI anche: Ritenzione idrica: 5 rimedi naturali

Suggerimento

Il consiglio per fronteggiare questa piccola emergenza è di evitare di abusare di alcol, caffè, the e bevande gassate, di rinunciare a pietanze e alimenti salati e di bere molta acqua. In questo modo, il gonfiore e il relativo malessere dovrebbero svanire nell’arco di un paio di giorni.

3. Ritardi nel ciclo

Per le donne: siete certe al 100% di non essere incinte eppure continuate ad avere ritardi nel vostro ciclo. Questo contrattempo può derivare da un’infinità di cause, tra cui il troppo stress o cambiamenti ormonali.

Suggerimento

Quando si sperimentano ritardi nel ciclo, un primo consiglio dettato dal buon senso consiste nel rallentare un po’ i ritmi, fare attenzione ad alimentarsi in modo regolare ed equilibrato e svolgere una moderata attività fisica. Se il problema persiste o si accompagna ad altri fastidi è necessario consultare un ginecologo.

4. Capogiri

Vi alzate al mattino e la testa gira, costringendovi a sedervi e a stare immobili per un po’. Questo contrattempo può essere dovuto a pressione bassa o sbalzi di pressione, che in alcuni casi possono essere causati dalla disidratazione.

Suggerimento

Il consiglio è di mantenersi il più possibile idratati, bevendo molta acqua e seguendo una dieta bilanciata, ricca di frutta e verdura. Tuttavia, vertigini e capogiri non vanno mai sottovalutati, in quanto potrebbero essere collegati a patologie serie: quindi, se li sperimentate con una certa regolarità, è il caso di parlarne con un medico e di approfondire la situazione con tutti gli esami e le analisi del caso.

5. Seno noduloso

Per le lettrici: avete notato che, in alcuni periodi, il vostro seno diventa noduloso. Questo inconveniente potrebbe essere dovuto alla ritenzione idrica, soprattutto nella settimana che precede il ciclo mestruale.

Suggerimento

Il consiglio di buon senso è di evitare o limitare il consumo di caffè, the, bevande gassate e cibi salati, che provocano ritenzione idrica. Se siete fumatrici, cercate anche di ridurre il numero quotidiano di sigarette: non potrà che farvi bene.

Ricordate poi che dei controlli medici al seno vanno effettuati periodicamente: il vostro medico curante saprà illustrarvi, a seconda della vostra età e delle vostri abitudini di vita, le modalità di esame e la frequenza di controllo più adatte a voi.

6. Disturbi della vista

Da qualche tempo soffrite di disturbi del campo visivo, con macchioline e puntini neri che compaiono e scompaiono? Forse è il caso di rinforzare i vostri occhi, puntando su una dieta ricca di vitamine.

Suggerimento

Il consiglio, quindi, è di seguire una dieta equilibrata, con molta frutta e verdura. Se il disturbo persiste o è accompagnato da dolori, è bene consultare un oculista.

LEGGI anche: Cibo e vista: a tavola anche l'occhio vuole la sua parte!

Avvertenze

L’abuso di medicinali è sempre controproducente, perché il corpo finisce per abituarsi ai trattamenti e alle sostanze ingerite che, di conseguenza, non sortiscono più gli effetti sperati.

Internet permette di reperire informazioni in pochissimi click, di essere più consapevoli e di “saperne di più”. Tuttavia, quando si tratta di problemi fisici, malesseri persistenti o disturbi dolorosi, evitate il fai-da-te e rivolgetevi ad un medico.

Lisa Vagnozzi

LEGGI anche:

Salute: le 5 spie del nostro corpo

Capelli, spie della salute: 5 segnali da non sottovalutare

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram