Longevità: scoperta nel DNA la proteina che allunga la vita "ripulendo" le cellule

Proteina dna

Una proteina che allunghi la vita. Ce l’abbiamo nel nostro Dna e la sua mutazione potrebbe ritardare l’invecchiamento e preservarci da alcune malattie, più o meno gravi, grazie al suo potere di "autopulire" le cellule in cui è contenuta.

Lo sostengono i ricercatori dell’University of Texas Southwestern Medical Center, che hanno condotto uno studio grazie al quale sono riusciti ad individuare lo straordinario potere della proteina cosiddetta Beclin-1, già identificata in un precedente studio sull’Alzheimer.

Così, se concerti  e semplici gesti quotidiani sono autentici elisir di lunga vita, basta anche il lavoro delle nostre stesse cellule che sono in grado di smaltire sostanze indesiderate o tossiche che possono danneggiare la salute cellulare.

Oggetto delle ricerche è stato il gene Becn1 che codifica la proteina Beclin-1. Questa avrebbe un ruolo fondamentale proprio nel processo di autofagia, che consente alle cellule di degradare le componenti ormai morte e di riciclarle. Più le cellule si “ripuliscono” più la vita sembra durare di più e la salute tende raggiungere un miglioramento.

In questo modo, gli scienziati hanno capito che l’utilità di questa proteina non è legata soltanto all’Alzheimer, ma pare che la proteina beclin-1 sia anche in grado di allungare la vita del più dell’11%. Questo accade perché nel momento in cui si rallenta l’invecchiamento, si ritarderebbe anche lo sviluppo di tutte le malattie ad esso collegate. E, di contro, quando si invecchia questo processo si riduce.

È per questo allora che una mutazione della Beclin-1 eviterebbe la riduzione di questo meccanismo.

In pratica, la Beclin-1 entra in gioco nel momento in cui l’organismo è invaso da corpi estranei, attivando il sistema immunitario che procede a distruggerli. L’attivazione di questa proteina potrebbe così essere utile nella prevenzione dei tumori e aumentare le aspettative di vita del 10%.

Per il futuro, dunque, si potrebbe sperare che la scienza riesca ad agire volontariamente sulla proteina Beclin-1, dirottando così la vecchiaia, ma soprattutto preservando l'insorgenza di alcune malattie. Intanto, ci basti sapere che già una vita sana e attiva e un pizzico di felicità sono già ottimi elisir di giovinezza.

Leggi anche:

Germana Carillo

 

mediterranea crema

Mediterranea

Inquinamento atmosferico, conseguenze e rimedi per la pelle del viso

trocathlon320

Trocathlon

Come vendere e acquistare attrezzatura sportiva usata per aiutare l'ambiente

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram