rimedi cellulite

Pelle a buccia d’arancia su cosce e glutei. Cuscinetti di grasso irregolari su addome e fianchi. Circolazione messa a dura prova e gambe pesanti. Questo è l’identikit perfetto dell’inestetismo più odiato dal mondo femminile (…e non solo): la cellulite! Non guarda in faccia proprio nessuno: colpisce anche persone tendenzialmente magre, lontane dal sovrappeso – ma generalmente va a braccetto con l’accumulo adiposo. Cosa fare?

Ci sono delle tecniche e dei rimedi naturali che funzionano veramente? La risposta è Sì - se e solo se - vengono adottati in sinergia e con alcune accortezze. Facciamo un esempio: spalmarci addosso l’ultima miracolosa crema anticellulite uscita sul mercato potrebbe forse migliorare la grana più superficiale dell’epidermide, ma non andrà oltre.

La vera battaglia contro la cellulite va combattuta dall’interno come illustrato in questo ebook sui rimedi naturali anticellulite che puoi scaricare gratuitamente qui. La sua origine è infatti nel derma, lo strato più profondo della pelle. È lì che le cellule adipose si rigonfiano, si compattano le une alle altre e, schiacciandolo, mandano in tilt il microcircolo: diventa quindi più difficile l’allontanamento delle scorie metaboliche, delle tossine e dei liquidi in eccesso che, restando “imbrigliati" nel traffico, peggiorano le cose.

Lo stato infiammatorio, a questo punto, è garantito. Proprio così: sotto ogni cellulite c’è un’infiammazione cronicizzata. Anche il passaggio di ossigeno e nutrienti verso i tessuti più superficiali è difficoltoso, ecco perché appaiono ingrigiti e spenti.

Cosa ha causato l’improvviso ristagno di liquidi e ingrossamento delle cellule adipose? Le cause possono essere molte, e spesso si tratta di una combinazione di fattori: sedentarietà, fumo, farmaci, cattive abitudini alimentari e insufficiente idratazione, inquinamento, stress… quante ti riguardano? La consapevolezza è un primo e fondamentale passo avanti.

Fatta luce sulle sue cause profonde, è il momento di passare alla pratica: cosa funziona veramente per eliminare la cellulite definitivamente? Prendi carta e penna, abbiamo un piano per te che lavora dall’interno.

Piano anticellulite che funziona

Se vuoi dire bye bye alla pelle a buccia d’arancia ti serve un piano che la affronti a 360 gradi, senza trascurare alcuni importanti dettagli. Qui ti guidiamo passo passo alle 3 tecniche anticellulite a cui dovrai prestare attenzione per almeno 3/6 mesi consecutivi. I risultati non tarderanno, se applicate tutte, in sinergia fra loro, d’altronde si sa, l’unione fa la forza.

Alimentazione anticellulite

alimentazione cellulite

Le regole di una buona dieta anticellulite sono le stesse di una sana alimentazione: porta in tavola tanta verdura, frutta e legumi, semi e cereali integrali. Stai alla larga da latticini, dolci e prodotti raffinati, cibi precotti/preconfezionati, alcol e caffè.

Nella dispensa, sostituisci zucchero e sale raffinati con quelli grezzi e integrali. Per condire i tuoi piatti, limita al massimo il sale: è il peggior nemico di una dieta cellulite. Al suo posto, puoi usare spezie, olio extravergine di oliva a crudo e limone per insaporire le pietanze.

Al mattino, bevi un misurino di succo di superfrutti, una categoria di frutti dalle notevoli proprietà benefiche per la salute. I più indicati come elisir antiossidante, antinvecchiamento e rigenerante per i tessuti sono: il Maqui della Patagonia (il re degli antiossidanti, l’antiage per eccellenza), il Goji tibetano (dalle proprietà immunostimolanti e rigeneranti) e l’Acai dell’Amazzonia (il miglior amico di cuore e circolazione).

Durante il giorno, bevi almeno 2 litri di acqua tiepida o a temperatura ambiente, preferibilmente lontano dai pasti. Una buona idratazione è fondamentale per depurarti in profondità e ripristinare il microcircolo.

Integrazione alimentare

Abbiamo detto che la partita contro la cellulite va giocata dall’interno: alimentazione e integrazione sono le due chiavi principali per accelerare il tuo metabolismo, disintossicarti e contrastare le infiammazioni. Un buon piano anticellulite prevede l’assunzione di almeno due integratori alimentari studiati ad hoc.

Il primo deve contenere piante come Pilosella, Betulla, Frassino, Ibisco e Ortosiphon (come in Diuresan F.P. Salugea). Ti aiuteranno a depurarti in profondità, detossificare il tuo organismo e allontanare la ritenzione idrica.

Prendi queste piante in combinazione ad un secondo integratore specifico anticellulite come Biosnel F.P. Salugea, a base di estratti vegetali di Centella, Garcinia Cambogia, Ananas, Vite Rossa e Gynostemma: queste piante favoriscono il drenaggio connettivale (è un drenaggio molto profondo e mirato), il metabolismo dei grassi e il controllo del senso di fame, sostengono il microcircolo e hanno una mirata azione anticellulite.

Un dettaglio non trascurabile: leggi bene la lista ingredienti. Uno stesso estratto vegetale, come quello di Garcinia, può essere presente in forme diverse (di diversa efficacia) all’interno di un integratore in capsule, ecco le più comuni:

  • Garcinia (Garcinia cambogia Desr.) buccia del frutto polv.: non ho garanzia della presenza del principio attivo efficace (SCARSA QUALITÀ)
  • Garcinia (Garcinia cambogia Desr.) buccia del frutto e.s. 1:4: il principio attivo è presente e concentrato (MEDIA QUALITÀ
  • Garcinia (Garcinia cambogia Desr.) buccia del frutto e.s. tit. 60% ac. Idrossicitrico: in questo caso ho garanzia della presenza certa e definita del principio attivo efficace - l’acido idrossicitrico – la molecola della Garcinia che favorisce il metabolismo dei lipidi e il controllo del senso di fame (ECCELLENTE QUALITÀ)

Gli estratti secchi titolati sono gli unici in grado di garantire la presenza certa e costante dei principi attivi efficaci all’interno. Ultimo consiglio, ma non per importanza: scegli sempre integratori conservati in vetro scuro di grado farmaceutico (no plastica), l’unico modo per proteggere e garantire la qualità del prodotto nel tempo.

Esercizio fisico mirato

esercizi cellulite

Ti consigliamo 40 minuti al giorno di camminata veloce in salita (in palestra o, se ne hai la possibilità, all’aperto) – da alternare ad esercizi mirati: squat e affondi.

Perché parliamo di camminata e non di corsa? Perché la corsa tende a creare dei microtraumi al microcircolo ad ogni passo saltato, e potrebbe peggiorare l’infiammazione sottesa alla cellulite. La camminata è invece l’attività fisica più indicata perché stimola la pompa sanguigna che spinge il sangue dal basso verso l’altro, a beneficio della circolazione venosa e linfatica.

Ora che conosci tutto ciò che ti è necessario per togliere la cellulite di torno, dichiarale guerra da subito: occorrono in media tre mesi di costanza in alimentazione, integrazione e attività fisica mirate per raggiungere buoni risultati, e dare il benvenuto alla tua nuova silhouette!

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram