psoriasi-fototerapia

Psoriasi. Un fastidioso disturbo cutaneo che colpisce molte persone generando in alcuni casi anche problemi di tipo relazionale. Tanti sono i possibili modi per trattare questa patologia spesso ostica, tra questi si rivela molto efficace la fototerapia che adesso arriva anche gratis a casa dei pazienti.

La fototerapia si serve di particolari lampade in grado di trattare la psoriasi riproducendo i benefici della luce solare. È una terapia che si mostra in molti casi efficace ma che purtroppo è scomoda in quanto, fino ad oggi, era necessario recarsi per il trattamento in ospedale 2 o 3 volte a settimana per circa 3 mesi.

In Emilia Romagna, però, alcuni pazienti affetti da psoriasi avranno adesso un’opportunità unica. Grazie al progetto pilota, opera della Fondazione Natalino Corazza in collaborazione con il reparto dermatologia del Policlinico Sant’Orsola di Bologna, riceveranno infatti il macchinario per poter eseguire la fototerapia, in maniera molto più pratica e comoda, direttamente presso il proprio domicilio. 

Cos’è la fototerapia

La fototerapia è un trattamento che si può utilizzare anche sui bambini,  nelle donne in gravidanza o in soggetti con altre patologie. Questo fa capire quanto bassi siano gli effetti collaterali che può presentare. Sostanzialmente, grazie a questa tecnica che si serve di specifiche lampade, si riesce a simulare l’azione benefica del sole sulla pelle  che si attiva grazie ai raggi ultravioletti (UVA o UVB a banda stretta, quindi non dannosi) in questo caso riprodotti in maniera artificiale.

A livello ambulatoriale, il trattamento viene effettuato all’interno di apposite cabine dotate di lampade (diverse da quelle che si usano nei centri estetici) che possono irradiare tutto il corpo oppure determinate zone dove sussiste il problema.

Questa terapia ha un effetto antinfiammatorio e aiuta il sistema immunitario, di conseguenza si notano in breve tempo e gradualmente miglioramenti a livello cutaneo.

Naturalmente un effetto simile si può ottenere esponendosi regolarmente al sole, non è un caso che spesso le persone affette da psoriasi vedano migliorare la propria condizione in estate o quando si recano al mare. Il problema è che spesso i pazienti vivono gran parte della giornata in luoghi chiusi e non sempre hanno a disposizione i raggi solari, anche per via delle stagioni e dei luoghi in cui risiedono.

Il servizio a domicilio

Sicuramente, in particolare per alcune tipologie di pazienti con psoriasi, avere la possibilità di fare il trattamento a casa propria è un bel vantaggio. Pensiamo alle persone anziane, a chi soffre di altre patologie o ha problemi a recarsi così spesso in ospedale.

Al momento il progetto pilota attivo in Emilia Romagna ha selezionato un piccolo gruppo di pazienti (12 persone) che beneficerà del servizio a domicilio nel 2018 grazie ad alcuni macchinari che verranno forniti gratuitamente con tutte le istruzioni per il corretto uso. 

I pazienti, tra l’altro, non dovranno pagare nulla ad eccezione del ticket per la visita medica. 

Sulla psoriasi potrebbe interessarvi anche:

Francesca Biagioli

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram