Zanzare

La zanzara portatrice di malattie come zika e febbre gialla starebbe per arrivare anche in Europa. Se non attuate in modo tempestivo sorveglianza e prevenzione, la Aedes aegypti si diffonderà inevitabilmente nelle regioni ultraperiferiche come ad esempio Madeira e Isole Canarie e potrebbe aumentare il rischio di focolai locali finora limitati ai climi più tropicali.

È questo l’allarme lanciato dall’European Centre for Disease Prevention and Control, Ecdc. Il Centro Europeo per il Controllo delle Malattie in un recente articolo infatti parla chiaro: la temibile “Aedes aegypti”, portatrice di diverse malattie tropicali da Zika alla febbre gialla, “è ormai alle porte del vecchio continente”.

Un’affermazione che segue le recenti scoperte sui nuovi insediamenti di Aedes aegypti, la principale specie vettoriale di dengue, chikungunya, Zika e febbre gialla.

Nel dicembre 2017, infatti, i funzionari della regione delle Isole della Canarie hanno segnalato la presenza di zanzare Aedes aegypti sull’isola di Fuerteventura, una destinazione più che popolare per i viaggiatori. All’inizio dell’anno è stato inoltre confermato il ritorno di Aedes aegypti in Egitto, che ha dovuto affrontare focolai di dengue a livello locale intorno alla costa del Mar Rosso e relativi casi tra i viaggiatori europei negli ultimi anni.

Dal 2007, la specie è stabilita nella regione estrema portoghese di Madeira e in tutto il Mar Nero. A Madeira, la Aedes aegypti è stata il vettore dell’epidemia di dengue del 2012-2013, mentre dati recenti di VectorNet mostrano che la specie si sta ora diffondendo ulteriormente verso ovest lungo la costa turca del Mar Nero.

mappa zanzare

Se non saranno prese misure - dicono gli esperti - la zanzara si diffonderà con molta probabilità nelle aree estreme dell’Europa, che potrebbero diventare un serbatoio per l’introduzione dei vettori nel continente. Questo aumenterebbe il rischio di focolai locali di virus”.

L’Aegypti è stata endemica nell’Europa del meridione fino a metà del ‘900 e ora le condizioni climatiche europee consentono una proliferazione in caso di reintroduzione.

Cosa sappiamo della zanzara Aedes aegypti

Quel che certo è che si tratta di una specie di zanzara che si è adattata alle persone che vivono nelle città e che si è quindi evoluta in modo da prediligere il sangue umano. In genere attacca gli esseri umani da dietro, soprattutto su caviglie e gomiti e il suo morso di questa zanzara è delicato, tanto che spesso ci si accorge di essere stati punti solo una volta comparso il gonfiore e prurito.

L’Aegypti, inoltre, preferisce nutrirsi a piccoli sorsi con sangue di diverse persone ed è molto probabilmente per questo che questa zanzara espone maggiormente al rischio di diffusione di Zika o altre malattie.

Secondo gli esperti allevamenti di Aedes aegypti possono formarsi soprattutto in contenitori umidi come vasi e le piante dei piatti, ma anche abbeveratoi e grondaie. Vengono indicati come “siti di riproduzione” anche le lattine, plastica, bottiglie, teloni e rottami. Fondamentale in tal senso il costante monitoraggio ambientale per evitare che l’insetto del virus Zika possa incutere timore nel vecchio continente.

Come vi spieghiamo qui, gli insetticidi non sono la soluzione al problema. Anche se sono un mezzo usato soprattutto per arginare i picchi di diffusione di potenziali focolai di Zika, è su altri fronti che bisognerebbe agire in prevenzione. Gli spray in commercio, particolarmente quelli ad ampio spettro, possono uccidere anche api, farfalle, lucciole e libellule, predatori fondamentali sia di larve di zanzara che di adulti. Meglio chiedere l’aiuto naturale dei pipistrelli (grandi mangiatori di larve e zanzare adulte), posizionando ad esempio in giardino delle apposite casette per ospitarli ed eliminare i fattori che permettono lo sviluppo dell’insetto e accorgimenti come svuotare i sottovasi delle piante o evitare i ristagni di acqua.

Leggi anche:

Germana Carillo

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram