jet lag

Jet-lag? Molti di voi avranno avuto la fortuna di “espatriare” per questi giorni di feste natalizie. E al ritorno, complice anche il classico tran tran giornaliero, il tipico jet-lag non si è fatto attendere. I colpi di sonno inaspettati, insomma, sono dietro l’angolo. Ma come contrastare il mal di fuso?

Indipendentemente dal fatto che si stia viaggiando per lavoro o per piacere, il jet-lag può essere in ogni caso una vera e propria frustrazione all’inizio del viaggio, o uno dei motivi (in più!) per cui non vogliamo che il viaggio finisca.

Ma ci sono modi in cui puoi gestire il mal di fuso che possono aiutare anno a far sì che si viva il ritorno a casa più facilmente…

1. Regolate l’orologio

Conoscere l’ora che sarà alla destinazione di arrivo può essere utile per iniziare a “regolarsi” il prima possibile. Cercate allora di alzarvi presto e anche, allenarvi (dato che si starà anche seduti per così tante ore), per adeguarsi al nuovo fuso orario immediatamente.

2. Arrivo a destinazione durante il giorno

Se possibile, pianificate il volo in modo da arrivare nelle ore diurne. La luce diurna, infatti, aiuta a rimodulare il ritmo circadiano. L’esposizione alla luce locale può facilmente riprogrammare il nostro orologio interno.

3. Idratazione!

Durante il volo, bevete circa una tazza do acqua ogni ora. La scarsa umidità in cabina, può provocare infatti gola secca, irritazione agli occhi e pelle screpolata e può rendervi meno capaci di fronteggiare situazioni di stress come può essere proprio il cambio di fuso.

4. Evitate caffeina e alcol

Per la stessa regola precedente, vale anche il divieto di eccedere con caffè e alcolici, che possono interferire con i livelli di energia e con l’adattamento al nuovo orario, disturbare il sonno e aumentare la disidratazione.

5. Fate scelte alimentari intelligenti

Soprattutto in un volo intercontinentale, stanno sempre a offrire del cibo ed è molto probabile che più cibo di quello che il vostro corpo richiede sarà offerto. Evitate cibi salati, grassi o zuccherini, optando invece per scelte più salutari che offrono un mix equilibrato di proteine, grassi sani e carboidrati a basso indice glicemico, con particolare attenzione alle verdure. Essenziali gli spuntini sani, con noci e semi o yogurt.

6. Regolate i pasti al fuso orario di destinazione il prima possibile

Anche in questo caso, tenete conto dell’ora in cui arriverete. Ad esempio, se il cibo viene servito in quello che sarebbe il cuore della notte del posto in cui dovete arrivare, saltate questo pasto, o chiedere che sia messo da parte, e poi fate un’ottima colazione in quella che sarebbe l’ora di colazione a destinazione. 

7. Pisolino

Una ventina di minuti di un placido sonnellino sono sufficienti per sentirsi rigenerarsi e, una volta arrivati a destinazione cercate di resistere e di aspettare la notte, concedendovi poi una lunga dormita.

8. Melatonina

Se viaggiate regolarmente, potrebbe esservi di aiuto, ma consultate prima un medico. La melatonina è l'ormone che aiuta a dormire, quindi quando i fusi orari vengono regolarmente attraversati, prendere un integratore di melatonina può aiutare a mantenere l’equilibrio.

Leggi anche:

Jet leg: 10 consigli e rimedi naturali

Stress da rientro dalle ferie: come combattere il post vacation blues

Melatonina: i benefici non solo per l’insonnia

Germana Carillo

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram