omeopatia-fda

I rimedi omeopatici sono diventati popolari negli ultimi anni anche negli Stati Uniti. La Food and Drug Administration (FDA) è però più volte intervenuta per regolarizzare e fare chiarezza sui farmaci della cosiddetta “medicina alternativa”. E’ di pochi giorni fa la notizia di un nuovo provvedimento che intende esaminare alcuni prodotti potenzialmente pericolosi.

Secondo la legge, i prodotti omeopatici sono soggetti agli stessi requisiti relativi all'approvazione, adulterazione ed errata etichettatura di qualsiasi altro prodotto farmaceutico. Tuttavia i rimedi prescritti e senza ricetta medica etichettati come omeopatici sono stati prodotti e distribuiti senza l'approvazione della FDA sotto le politiche di applicazione dell'agenzia dal 1988.

Gran parte dei rimedi omeopatici derivano dalle piante e, a seconda della tipologia, promettono di curare più o meno ogni problematica. La FDA americana teme però che alcuni di questi prodotti possano portare potenzialmente più rischi che benefici.

Il nuovo provvedimento, secondo la FDA, si rende necessario soprattutto per quei trattamenti alternativi che vengono proposti a bambini piccoli, a coloro che soffrono di cancro, malattie cardiache o altri disturbi gravi. In questi casi si è stabilito che l’omeopatia sarà sottoposta ad un controllo più approfondito da parte dell’agenzia che intende così proteggere i consumatori dal rischio di assumere prodotti che potrebbero non apportare benefici reali ma anzi, potenzialmente, causare danni.

Nello specifico la FDA intende concentrare le sue autorità di controllo sui seguenti tipi di prodotti:

  • prodotti già segnalati per problemi di sicurezza;
  • prodotti che contengono o pretendono di contenere ingredienti associati a problemi di sicurezza potenzialmente significativi;
  • prodotti che vanno somministrati per diverse da quelle orali;
  • prodotti destinati ad essere utilizzati per la prevenzione o il trattamento di malattie e condizioni gravi e/o potenzialmente letali;
  • prodotti per le popolazioni vulnerabili;
  • prodotti che non soddisfano gli standard di qualità, resistenza o purezza come richiesto dalla legge.

Esempi di prodotti che, nella bozza di guida, si intende assoggettare ai nuovi controlli sono quelli per neonati e bambini che, secondo le etichette, contengono ingredienti associati a problemi di sicurezza potenzialmente significativi (come la belladonna e la nux vomica) e prodotti commercializzati per il trattamento di condizioni gravi, come il cancro e le malattie cardiache.

Secondo quanto ha dichiarato il commissario della FDA Scott Gottlieb:

"Negli ultimi anni abbiamo visto un ampio aumento dei prodotti etichettati come omeopatici che vengono commercializzati per una vasta gamma di malattie e condizioni, dal comune raffreddore al cancro. In molti casi, le persone affidano la loro fiducia e denaro a terapie che possono portare poco o nessun beneficio nella lotta contro malattie gravi o peggio che possono causare danni significativi e persino irreparabili perché i prodotti sono fabbricati male o contengono ingredienti attivi che non sono adeguatamente testati”

La nuova regolamentazione dei farmaci omeopatici proposta, quindi, intende prendere in considerazione l'attuale complessità del mercato attraverso un approccio basato maggiormente sul rischio.

Mark Land, presidente della American Association of Homeopathic Pharmacists è preoccupato che questa mossa della FDA possa influire sulla "vasta maggioranza" di rimedi omeopatici disponibili negli Stati Uniti.

Sull’omeopatia potrebbe interessarti anche:

Il nuovo provvedimento sarà soggetto a un periodo di commenti ed osservazioni di 90 giorni prima di diventare definitivo. I funzionari leggeranno e prenderanno in considerazione tutte le opinioni pervenute in merito e scriveranno una linea guida finale che sostituirà il documento del 1988 attualmente in vigore negli Stati Uniti.

Francesca Biagioli

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram