Guardare la TV per troppo tempo aumenta il rischio di coaguli di sangue nelle vene

guardare-tv

Se avete l’abitudine di stare ogni giorno tanto tempo seduti o sdraiati sul divano a guardare la tv dovreste smettere subito. Questo modo di fare, infatti, mette seriamente a rischio di sviluppare coaguli di sangue potenzialmente fatali.

Secondo una ricerca condotta presso il Larner College of Medicine all'Università del Vermont a Burlington e presentata alle sessioni scientifiche dell'American Heart Association (California), guardare troppo tempo la Tv aumenta il rischio di coaguli di sangue che diventa quasi doppio (precisamente maggiore di 1,7 volte) rispetto alle persone che non hanno questa abitudine.

Per arrivare ad affermare ciò i ricercatori hanno chiesto ad oltre 15mila partecipanti dai 45 ai 64 anni circa quanto spesso guardavano la tv e messo a confronto le loro risposte con i fattori di rischio per i coaguli di sangue. Si è visto così che coloro che trascorrevano tante ore al giorno davanti alla televisione avevano rischi decisamente maggiori di chi invece aveva dichiarato di guardare la tv "mai o raramente".

Naturalmente il problema non è tanto la televisione in sé quanto il fatto che si trascorre molto tempo seduti in completa sedentarietà e questo può scatenare una condizione nota come tromboembolia venosa, che di solito colpisce le gambe o le braccia ma che è particolarmente pericolosa in quanto può far arrivare coaguli nei polmoni e generare un’embolia polmonare che può portare alla morte.

E’ importante dunque mantenersi fisicamente attivi ogni giorno dato che, come hanno sottolineato i ricercatori statunitensi, l’esercizio fisico riduce il rischio solo a patto che sia fatto con regolarità. Oltre ad evitare di trascorrere troppo tempo a guardare la TV, il rischio di coaguli di sangue può essere ridotto anche mantenendo il proprio peso forma.

Se proprio non potete rinunciare alla tv, suggeriscono gli esperti, almeno mettete una cyclette o un tapis roulant davanti e pedalate, camminate o correte mentre guardate i vostri programmi preferiti. Oppure si può ritardare la visione di 30 minuti mentre si fa una passeggiata, registrando il film o il programma che si vuole vedere e guardandolo successivamente risparmiandosi quanto meno gli annunci pubblicitari.

Sui coaguli di sangue e le loro possibili conseguenze potrebbe interessarvi anche:

Non è la prima volta che uno studio associa il guardare troppa tv ad un rischio maggiore di embolia polmonare. Una ricerca giapponese di qualche anno fa ha analizzato la relazione tra il prolungato uso della TV e il rischio di mortalità per embolia polmonare. In quell’occasione si è visto che trascorrere 5 ore al giorno o più davanti al televisore raddoppia il rischio di trovarsi alle prese con un’embolia polmonare fatale rispetto ad una permanenza di fronte allo schermo di meno di 2 ore e mezzo al giorno (comunque troppo).

Rimane sempre valido il consiglio di tenere spenta il più possibile la tv per dedicarci ad attività più salutari e anche per dare il buon esempio ai nostri figli!

Francesca Biagioli