bikearound Alzheimer

Pedalare nei luoghi dei ricordi, quei pochi che purtroppo l'Alzheimer lascia intatti. Una possibilità offerta da Google Street View e dall'Health Technology Centre di Halland, in Svezia, dove l'ingegnere Anne-Christine Hertz ha sviluppato un sistema per permettere alle persone affette da Alzheimer di ritrovarsi, anche se virtualmente, nei luoghi più importanti della propria vita. Un'iniziativa bellissima, che offre nuove speranze proprio oggi per la Giornata mondiale dell’Alzheimer.

Il sistema si chiama BikeAround ed è di proprietà della società Camanio Care. L'utilizzo è iniziato nel 2010 presso l’Health Technology Center ed è stato pensato per migliorare la vita delle persone affette da demenza senile.

In cosa consiste BikeAround? Mettendo insieme una cyclette e le immagini di Google Street View proiettate su un grande schermo, la persona pedala comodamente, sia essa in casa propria o negli appositi centri, passeggiando virtualmente “sul viale dei ricordi”.

“Stavamo conducendo degli studi sulla demenza senile e abbiamo notato che non tutte le persone affette da questo disturbo avevano la stessa possibilità di fare attività fisica nel comune in cui vivevano. Visto che spesso i medici consigliano ai pazienti affetti da demenza senile di fare esercizio fisico per stimolare la salute mentale e fisica, questo disparità di accesso rappresentava un problema. Dovevamo trovare un modo per motivare le persone anziane affette da demenza senile a praticare più attività fisica in un modo sicuro” spiega tramite il blog di Google Anne-Christine Hertz, manager dell'Health Technology Centre di Halland.

A provare Bike Around per primo è stato Lars Jonsson, affetto da demenza senile. L'uomo si è sposato all'età di 40 anni. Dopo essersi accomodato sul sellino, la moglie Ingrid ha suggerito al team di Google di fargli visitare la città e la chiesa in cui è stato celebrato il loro matrimonio.

La reazione di Lars davanti alle immagini è stata commovente, si è illuminato di gioia. Ciò ha reso felice anche la moglie, visto che il marito si ricordava del luogo.

pedalata alzheimer2

L'utilizzo di un sistema di questo tipo per i malati di Alzheimer può essere utile visto che i ricordi più vividi sono quelli legati ai luoghi in cui sono avvenuti. Ed è proprio su questo che si è basato il progetto BikeAround, che sfrutta contemporaneamente la stimolazione fisica e quella mentale, portando le persone nei luoghi che conoscono bene tramite le immagini di Street View e facendole pedalare per le vie. Ciò stimola la produzione di dopamina nel cervello aiutando nella gestione dei ricordi.

LEGGI anche:

“L’esperienza di Lars — e di molti altri pazienti — dimostra che stiamo sviluppando non solo un prodotto in grado di migliorare la salute fisica, ma anche qualcosa che crea emozioni e unisce le persone. Spesso i pazienti ritengono che BikeAround sia una soluzione molto affascinante e rassicurante tanto da non voler più scendere dalla cyclette. Ricordano di nuovo i quartieri nei quali hanno vissuto, i parchi dove hanno giocato da bambini, le gite al mare in famiglia. Tutto questo dà loro un senso di libertà” conclude Hertz.

Adesso l'ingegnere è al lavoro per portare BikeAround in tutto il mondo. La possibilità di rivivere il passato, una piccola speranza per chi combatte contro questa terribile malattia.

Francesca Mancuso

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram