capelli bianchi

Capelli bianchi, i primi segni del tempo. Ma non solo. Anche se comunemente tendiamo ad associarli alla vecchiaia o agli anni che passano, i capelli bianchi sono indicatori molto importanti per la nostra salute e potrebbero essere uno dei primi “sintomi” di alcuni problemi di salute.

Ogni follicolo pilifero contiene il pigmento che dà ai capelli il loro colore. Quando invecchiamo, produciamo meno pigmenti, da qui nascono i capelli bianchi, che possono arrivare prematuramente o in ritardo.

In alcuni casi, possono indicare qualcosa di diverso rispetto alla nostra età biologica.

Ecco i problemi di salute che hanno uno stretto legame coi capelli bianchi:

1. Malattie cardiache negli uomini

Secondo recente studio pubblicato dalla Società Europea di Cardiologia, i capelli bianchi sono legati ad un aumento del rischio di malattie cardiache negli uomini. Gli scienziati sono partiti dal presupposto che aterosclerosi e capelli grigi potrebbero seguire percorsi biologici simili, legati alla generale compromissione della capacità di riparare il Dna, i cambiamenti ormonali e l’invecchiamento delle cellule.

Nello studio, 545 uomini sono stati divisi in gruppi in base alla presenza o meno di malattie coronariche e capelli grigi o bianchi. Per gli scienziati è evidente la correlazione tra l’elevata presenza di capelli bianchi e una maggiore calcificazione coronarica.

Per approfondire: HAI I CAPELLI BRIZZOLATI? ATTENTO ALLA SALUTE DEL CUORE!

Capelli brizzolati e cuore

2. Carenza di vitamine

Ogni follicolo pilifero contiene un pigmento, la melanina, che dona ai nostri capelli il loro colore. Quando invecchiamo, produciamo meno pigmenti. I dermatologi usano di solito la regola del 50-50-50 secondo cui in genere a 50 anni, il 50 per cento della popolazione ha almeno il 50 per cento dei capelli grigi. Tuttavia, alcune persone anticipano i tempi.

“In genere, i bianchi iniziano a diventare grigi circa a 35 anni, gli asiatici poco prima dei 40 e afroamericani attorno ai 45 anni”, tuttavia spiega il dott. Karthik Krishnamurthy, direttore del Dermatology Center's Cosmetic Clinic at Montefiore Medical Center di New York che anche bassi livelli di vitamina B12 e altre potrebbero causare la perdita di pigmento dei capelli.

A confermarlo anche uno studio del 2013 che ha trovato bassi livelli di vitamina D3, calcio sierico e ferritina nel sangue delle persone i cui capelli sono diventati grigi prematuramente.

Per approfondire: VITAMINA B12: A COSA SERVE E LE CONSEGUENZE DI UNA CARENZA

Vitamina B12 nella dieta vegetariana

3. I follicoli possono soffrire di stress ossidativo

I follicoli dei capelli producono piccole quantità di perossido di idrogeno, una sostanza chimica utilizzata per decenni come un modo economico per sbiancare i capelli. Tuttavia, se si verifica un accumulo di perossido di idrogeno, il colore dei capelli potrebbe cominciare a sbiadirsi.

4. Il fumo

Uno studio del 2013 pubblicato su Dermatology Online ha rilevato che i fumatori hanno due volte e mezzo più probabilità di avere prematuramente i capelli grigi rispetto ai non fumatori. Inoltre, il fumo può anche provocare la calvizie o anticiparne la comparsa.

Per tingere i capelli bianchi in maniera naturale, leggi anche:

5. Il grigio è nei geni

Uno studio del 2016 ha trovato l'esatto gene responsabile dei capelli brizzolati. In questo caso non c'è alcun legame con la salute o la presenza di malattie, ma è solo un “dono” di famiglia.

Francesca Mancuso

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram