cannabis-terapeutica-lazio

Dopo che alcune regioni italiane hanno già dato il loro via libera all’utilizzo di cannabis a scopo terapeutico, offrendo questa possibilità attraverso il Sistema Sanitario Nazionale, adesso è la volta del Lazio. Con il decreto 151 si aprono le porte anche nelle province di Roma, Latina, Viterbo, Rieti e Frosinone ai farmaci a base di cannabinoidi.

È stato firmato da Nicola Zingaretti lo scorso 21 aprile il decreto che regola l’erogazione di farmaci ma anche preparati galenici a base di cannabinoidi, utilizzati esclusivamente a scopo terapeutico e solo per alcune categorie di pazienti.

Chi potrà far ricorso alla Cannabis per uso terapeutico

Saranno sostanzialmente 3 le categorie di pazienti a cui potranno essere prescritti medicinali a base di cannabis in maniera del tutto gratuita tramite il Servizio Sanitario Nazionale che si farà carico dei costi.

Si tratta di chi ha dolore cronico legato a spasticità, ad esempio i pazienti che soffrono di sclerosi multipla e per cui non funzionano i farmaci convenzionali. In questo caso servirà la prescrizione del neurologo.

La seconda categoria di persone che potrà usufruire di questi farmaci gratuitamente saranno coloro che hanno una lesione del midollo spinale a cui i cannabinoidi potranno migliorare la qualità della vita alleviando il dolore laddove non sono riuscite altre terapie analgesiche o in caso di intolleranza alle terapie più comuni. Anche qui sarà necessaria la prescrizione del neurologo.

L’ultimo caso riguarda i pazienti oncologici che necessitano di cure palliative diverse da quelle tradizionali nelle situazioni in cui quest’ultime si siano rivelate non efficaci o se vi sono specifiche intolleranze.

Ricapitolando la cannabis potrà essere prescritta gratuitamente anche nel Lazio in caso di:

• Dolore cronico legato a spasticità
• Dolore dovuto a lesione del midollo spinale
• Cure palliative per i pazienti oncologici

Altre tipologie di pazienti potranno avere le prescrizioni per la somministrazione degli stessi farmaci cannabinoidi ma i medicinali risulteranno a pagamento.

Per approfondire l'argomento cannabis terapeutica leggi anche:

CANNABIS TERAPEUTICA: DOVE ACQUISTARLA E TUTTO CIÒ CHE C’È DA SAPERE

CANNABIS TERAPEUTICA: ARRIVA NELLE FARMACIE. SI ASSUME COME UN INFUSO O INALATA CON VAPORIZZATORE 

LA CANNABIS TERAPEUTICA RIDUCE L'EMICRANIA: LA CONFERMA IN UN NUOVO STUDIO

Cannabis terapeutica gratuita, come sarà venduta e/o somministrata

Nel primo e nel secondo caso i medicinali cannabinoidi saranno da ritirare presso le farmacie ospedaliere di riferimento a seconda della residenza del paziente e anche se lo stesso non è più ricoverato. Nel terzo caso, ovvero, se si tratta di pazienti oncologici, i medicinali verranno somministrati direttamente dalla farmacia ospedaliera di riferimento.

Altre regioni in cui è legale prescrivere cannabis a scopo terapeutico

La cannabis a scopo terapeutico a pagamento può essere prescritta in tutte le regioni italiane, comprese quelle autonome o a statuto speciale. Attualmente, solo alcune Regioni (Toscana, Puglia, Liguria, Campania, Emilia Romagna, Veneto a cui adesso si aggiunge il Lazio) riconoscono la possibilità di fornire gratuitamente la cannabis ad uso terapeutico.

Francesca Biagioli

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram