Asma e bambini: la colpa è dello smog

Asma bambini

Si è svolta ieri la giornata la Giornata mondiale dedicata all’asma (#WorldAsthmaDay), una patologia che, secondo i dati dell’Oms, colpisce circa 235 milioni di individui. Ed è allarme bambini, che sono i più soggetti anche alle emissioni inquinanti in ambito metropolitano.

I mesi primaverili sono i più complicati per chi soffre di asma, a causa del rischio in più legato al fenomeno della "poli-sensibilizzazione" a più allergeni (acari e pollini, o più pollini, ad esempio). Un pericolo che si amplifica nella forma Asmatica Allergico Grave (AAG), che riguarda sia bambini che adulti e di cui soffrono almeno 50mila italiani.

LEGGI ancheALLERGIE PRIMAVERILI: INIZIARE SUBITO LA PREVENZIONE

Bambini. Nel mirino finiscono, manco a dirlo, le emissioni inquinanti da traffico veicolare e i cambiamenti climatici e la fascia pediatrica è quella più colpita. È così che in Italia “circa il 30% dei bambini è affetto da allergia - spiega Stefano Macciò, primario di neonatologia all'ospedale Villa Scassi di Genova. Il 10% sotto i 14 anni presenta asma soprattutto nelle fasce d'età 6-7 anni e 13-14 anni; il 20% è affetto da rinite allergica, trend in aumento a 6-7 anni e 13-14 anni, e il 15% presenta dermatite atopica. La prevalenza nella fascia pediatrica è in aumento soprattutto in ambito metropolitano”.

LEGGI ancheSMOG: 7 CONSEGUENZE DELL'INQUINAMENTO SULLA SALUTE DEI BAMBINI

Nei bambini i sintomi sono determinati prevalentemente da allergeni alimentari e da dermatite atopica nei primi 2 anni di vita; da inalanti come acari, epiteli di animali e muffe tra i 2 e i 4 anni, e da pollini nelle età successive.

asma day

La settimana dell’asma

Cosa si fa, allora, per affrontare questa patologia? Poco o niente. Proprio così: secondo una ricerca, solo il 32% dei pazienti rispetta la terapia farmacologica, il 56% usa farmaci soltanto quando ha un attacco e il 12 non segue alcuna terapia.

Potrebbe interessarti anche:

Per far fronte a questi dati e sensibilizzare rispetto ai rischi di una malattia che può avere un'influenza negativa sulla qualità di vita, è stata presentata la prima edizione di "Control'Asma week" : dal 5 al 9 giugno, infatti, presso alcuni centri specialistici italiani, si terranno consulenze gratuite per persone affette da asma. L'evento è promosso da "Federasma e allergie Onlus – Federazione italiana pazienti” con il patrocinio della "Società italiana di allergologia, asma e immunologia clinica” e della "Società italiana di pneumologia”.

Germana Carillo