Agopuntura: come funziona, benefici e applicazioni

agopuntura

L’agopuntura è uno dei trattamenti più noti della Medicina Tradizionale Cinese. Chi non si è mai sottoposto a questa pratica ha però generalmente un po’ di timore in quanto, come dice anche il nome, per stimolare equilibrio e salute nel corpo si utilizzano dei piccoli aghi. Ma come funziona esattamente e quali sono i benefici dell’agopuntura?

COME FUNZIONA L’AGOPUNTURA

La Medicina Tradizionale Cinese è un complesso sistema di teorie e tecniche di origine antica ma ancora oggi praticate e portate avanti in Oriente. Sempre più frequentemente però questo tipo di medicina considerata “olistica” si segue anche in Occidente, Italia compresa. Una delle espressioni più note, conosciute e sperimentate è proprio l’agopuntura.

Questa tecnica si basa sulla teoria secondo la quale all’interno del corpo vi sarebbero una serie di canali energetici, ognuno dei quali agisce su determinati organi facendo in modo che l’equilibrio del corpo sia sempre assicurato e con esso tutte le sue funzioni. Se vi è salute e benessere, l’energia scorre tranquillamente e senza intoppi in questi canali ma vi sono casi in cui qualcosa va ad ostacolare il normale fluire energetico ed ecco allora apparire sintomi come dolore, fastidi di vario genere o vere e proprie patologie.

L’agopuntura può intervenire per fare in modo di rimuovere questi blocchi favorendo dunque la guarigione. Come? Andando a stimolare attraverso degli aghi sottili e flessibili dei punti specifici del corpo che possono essere, a seconda dei casi, in diverse zone: piedi, addome, schiena, mani, testa, orecchie, ecc. Si tratta ovviamente di una tecnica in cui si valuta la persona nella sua interezza ovvero non solo caratteristiche e problemi fisici ma anche il suo benessere mentale e psicologico oltre che le peculiarità sempre presenti che l’esperto in Medicina Tradizionale Cinese andrà ad associare ad uno o più dei “5 elementi” (Legno, Fuoco, Terra, Metallo, Acqua) ovvero le costituzioni di riferimento.

agopuntura meridiani

AGOPUNTURA, BENEFICI E APPLICAZIONI

L’agopuntura offre diversi benefici che si possono evidenziare non solo sul corpo ma anche sulla mente. Si possono provare trattamenti di questo tipo per risolvere disturbi muscolari o articolari, circolatori, respiratori (allergie comprese), gastrointestinali, ginecologici, urinari ma anche psicologici (un esempio per tutti gli attacchi di panico). Si tratta tra l’altro di una tecnica adatta anche ai bambini soprattutto per trattare riniti allergiche, asma bronchiale e sinusiti croniche.

Generalmente i trattamenti con aghi funzionano molto bene sui problemi della sfera ginecologica come sindrome premestruale, irregolarità del ciclo ma anche per alleviare i disturbi tipici della menopausa o risolvere un problema di infertilità (naturalmente questo funziona solo in alcuni casi). C’è chi usa gli aghi anche per trattare dermatiti, psoriasi e altri problemi dermatologici spesso legati alla sfera emotiva o psicologica.

Altre applicazioni dell’agopuntura possono essere in caso di dieta dimagrante per favorire la perdita di peso, per trattare dipendenze come quelle da fumo, alcool e droghe o ancora in caso di gravidanza podalica per favorire il capovolgimento del feto.

Leggi anche: AGOPUNTURA: 10 POSSIBILI APPLICAZIONI

Si possono sperimentare dunque i benefici dell’agopuntura in caso di:

Dolori articolari o muscolari
• Sindrome premestruale e altri disturbi di ciclo o menopausa
• Problemi digestivi o stipsi
Mal di testa e cefalea
• Dolore cronico
Ansia e attacchi di panico
• Problemi dermatologici
• Trattamento anti-age
• Infertilità
• Allergie
Sinusite cronica
• Asma
• Rivolgimento fetale o disturbi durante la gravidanza
• Aiuto nella perdita di peso
• Trattamento di dipendenze come fumo, alcool, droga

Specifichiamo inoltre che l’agopuntura si può usare come trattamento unico oppure associata ad altri più classici sistemi di guarigione come quelli della medicina tradizionale.

Comunque, riguardo al riconoscimento dei trattamenti olistici di cui l’agopuntura fa parte, è già da qualche anno che si stanno smuovendo un po’ le cose, anche se il percorso è ancora lungo. L’Emilia Romagna ha ad esempio proposto di far diventare l’agopuntura per il dolore cronico un servizio a carico del sanità regionale.

Leggi anche: AGOPUNTURA: 5 PUNTI AURICOLARI AIUTANO A PERDERE PESO

agopuntura aghi orecchie

AGOPUNTURA, QUANTO DURA UNA SEDUTA

I tempi di una seduta di agopuntura sono variabili a seconda del problema e della persona che riceve il trattamento. Di media, l'applicazione degli aghi ha un tempo di circa 20-30 minuti anche se non si esclude un trattamento più breve o al contrario un po' più lungo.

Generalmente l’agopuntore utilizza dai 6 ai 12 aghi che possono essere inseriti con una profondità di pochi millimetri oppure, in punti dove vi è particolarmente grasso (ad esempio i glutei), anche di qualche centimetro.

Di norma occorrono alcune sedute per risolvere definitivamente il problema, sarà compito del professionista della salute capire attraverso alcuni segnali che manda il corpo e dai miglioramenti segnalati dal paziente, quando il risultato è ottenuto e i trattamenti possono considerarsi conclusi. Il risultato e la sua durata dipendono però anche da altri fattori tra cui un posto di primo piano riveste lo stile di vita che deve essere il più possibile sano. Per favorire la guarigione il medico agopuntore può anche consigliare dei rimedi naturali fitoterapici.

L’AGOPUNTURA È DOLOROSA?

La domanda che si fanno in molti prima di scegliere o meno se sottoporsi ad un trattamento di questo tipo è: “l’agopuntura è dolorosa”? La risposta è no anche se si può avvertire un leggero fastidio nel momento in cui l’operatore olistico inserisce gli aghi soprattutto in alcune zone del corpo più delicate. Una volta applicati gli aghi, però, non si avverte alcun dolore semmai un po’ di calore dovuto agli effetti di questa tecnica di origine cinese su quel punto specifico e di conseguenza sul resto del corpo.

agopuntura aghi
 

CONTROINDICAZIONI DELL’AGOPUNTURA

Se fatta da mani esperte l’agopuntura ha poche controindicazioni e sono limitati i casi in cui sarebbe meglio non utilizzare questa tecnica. Vi ricordiamo che solo un laureato in medicina e chirurgia può praticare sedute di agopuntura. Occorre infatti una perfetta conoscenza dell’anatomia del corpo oltre ovviamente una specializzazione successiva in Medicina Tradizionale Cinese.

Se non si utilizzano strumenti sterilizzati è possibile contrarre alcune infezioni tramite gli aghi. Questi ultimi poi non vanno mai inseriti su ferite, nei o in punti dove è in corso un’infezione.

Si sconsiglia generalmente il trattamento in caso di ipertensione arteriosa non trattata, diabete insulino dipendente grave, epatite C in atto e epilessia. Anche chi ha il terrore degli aghi dovrebbe evitare l’agopuntura che in quel caso diventerebbe un trattamento più stressante che benefico.

AGOPUNTURA E ANIMALI

Sapete che è possibile sfruttare i benefici dell’agopuntura anche sugli animali? Il campo di azione di questa tecnica anche nel settore veterinario è molto ampio e si può dunque utilizzare nel trattamento di diversi disturbi dell’animale. Potrebbe però non essere semplice trovare un veterinario specializzato in medicina olistica e in particolare proprio in agopuntura.

Qui potete vedere il video di un coccodrillo albino curato con l’agopuntura.

Leggi anche: AGOPUNTURA: EFFICACE ANCHE SUGLI ANIMALI

L’agopuntura vi ha incuriosito e volete provare? Qui potete consultare la lista degli medici agopuntori associati e trovare quello a voi più vicino.

Francesca Biagioli