matrimonio stress

Un buon matrimonio e campi cent’anni. Pare, infatti, che chi convola a giuste nozze sia meno stressato e abbia una salute di ferro. Il matrimonio, miei cari, non solo protegge da infarti e ictus, ma riduce anche i livello di stress e fa stare più in pace con se stessi.

Lo studio della americana Carnegie Mellon University, di Pittsburgh, pubblicato su Psychoneuroendocrinology, parla chiaro: le persone sposate, o felicemente conviventi, sono meno stressate rispetto a quelle single, divorziate o vedove.

LEGGI anche: MATRIMONIO: È BUONO PER IL CUORE, LO DICE UNO STUDIO AMERICANO

I ricercatori hanno scoperto che le persone sposate hanno un livello più basso di cortisolo, o anche detto “ormone dello stress”. Risultati che, secondo gli autori dello studio, supportano la convinzione che coloro che non sono sposati si trovino ad affrontare situazioni di più stress psicologico degli individui sposati.

Lo stress prolungato è infatti da associare a un aumento dei livelli di cortisolo, che “possono interferire con la capacità del corpo di regolare l'infiammazione, che a sua volta favorisce lo sviluppo e la progressione di molte malattie”, dicono gli studiosi.

In tre giorni non consecutivi, i ricercatori hanno raccolto campioni di saliva da 572 adulti sani di età compresa tra i 21 e i 55 anni. Campioni multipli sono stati prelevati durante ogni periodo di 24 ore e testati per il cortisolo.

I risultati hanno mostrato che i partecipanti sposati avevano livelli di cortisolo più bassi rispetto alle persone non sposate o precedentemente sposate in tutti e tre giorni di osservazione. I ricercatori hanno anche confrontato il ritmo del cortisolo quotidiano di ogni singola persona - in genere, i livelli di cortisolo hanno picco quando una persona si sveglia e un declino durante il giorno.

Ebbene, gli sposati hanno mostrato un declino più veloce, associando anche un minor rischio di malattie cardiache.

LEGGI anche: IL SEGRETO DEL SUCCESSO DI UN MATRIMONIO È NEL POTERE DI UN 'GRAZIÈ

Questi dati forniscono informazioni importanti sul modo in cui le nostre relazioni sociali intime possono agire a livello sottocutaneo influenzando la nostra salute”, ha spiegato il co-autore dello studio, Sheldon Cohen.

Le relazioni influenzano la nostre salute e le eventuali malattie? Sì, pare proprio di sì. E non solo quelle tra marito e moglie, ma anche quelle tra genitori e figli o quelle tra amici e colleghi. Affrontate gli altri con positività, non pensate che siano tutti negativi o “tossici”. C’è sicuramente almeno una persona speciale pronta a completare una parte di voi e a farvi stare bene, sempre.

Germana Carillo

 

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram