tunnel carpale

La sindrome del tunnel carpale è la patologia più diffusa che interessa i nervi periferici del corpo umano. È frequente nelle persone che utilizzano molto le mani nel proprio lavoro, soprattutto se compiono movimenti ripetitivi.

Per la precisione la sindrome del tunnel carpale è una neuropatia che si presenta per via dell’irritazione o della compressione del nervo mediano nel suo passaggio attraverso il tunnel carpale, una struttura che si trova nel polso.

La sindrome del tunnel carpale si verifica quando i tendini flessori esercitano una pressione animala sul nervo mediano del polso che corre lungo tutto il braccio e che raggiunge la mano. La pressione si verifica quando i tendini si gonfiano per via di movimenti ripetuti o prolungati della mano.

Scopriamo cause, sintomi e rimedi della sindrome del tunnel carpale.

Leggi anche:  ZENZERO MIGLIORE DEI MEDICINALI COME ANTIDOLORIFICO

Sindrome del tunnel carpale, cause

La sindrome del tunnel carpale è dovuta specialmente e di frequente all’infiammazione cronica della borsa tendinea dei flessori che va a comprimere il nervo mediano. Si presenta più di frequente nei seguenti soggetti:

  • Persone che utilizzano le mani per lavori di precisione
  • Persone che compiono movimenti ripetitivi con le mani
  • Donne in gravidanza
  • Soggetti affetti da ipotiroidismo
  • Malati di artrite reumatoide
  • Pazienti che soffrono di fibromialgia
  • Donne di età superiore ai 40 anni
  • Uomini dai 30 anni in su

L’utilizzo frequente e ripetitivo di alcuni strumenti può favorire la sindrome del tunnel carpale:

  • Giocare a bowling
  • Muovere ripetutamente il mouse
  • Uso prolungato della tastiera del computer
  • Usare il martello pneumatico
  • Suonare la batteria o le percussioni

A provocare la sindrome del tunnel carpale non sono solo i movimenti ripetitivi ma possono essere anche delle condizioni associate alla ritenzione di liquidi come:

  • Diabete
  • Gravidanza
  • Assunzione di farmaci anticoncezionali
tunnel carpale 2

Sindrome del tunnel carpale, sintomi

Scopriamo quali sono alcuni dei sintomi più frequenti della sindrome del tunnel carpale per capire se siamo tra le persone a rischio di soffrire di questa problematica.

  • Dolori alle dita delle mani
  • Disturbi della sensibilità alle dita delle mani
  • Perdita della sensibilità alle prime 3 dita della mano
  • Ipertrofia dei muscoli della mano nei casi più gravi
  • Formicolii alle prime 3 dita della mano
  • Infiammazione delle articolazioni

Bisogna fare attenzione perché i sintomi della sindrome del tunnel carpale possono essere simili a quelli dell’artrite reumatoidea livello dei polsi e delle mani e dunque per una persona non esperta potrebbe essere facile fare confusione tra le due problematiche. Per questo per riconoscere davvero la sindrome del tunnel carpale vi consigliamo di rivolgervi ad un esperto.

Secondo gli esperti, dolore e intorpidimento, diurno o notturno, alle prime tre dita della mano sono i sintomi iniziali della sindrome del tunnel carpale. Dolore e intorpidimento possono estendersi anche a tutto il braccio.

Sindrome del tunnel carpale, come riconoscerla

Se pensiamo di soffrire di sindrome del tunnel carpale, proviamo a prestare attenzione ai seguenti segnali che possono interessare le nostre mani e la nostra vita quotidiana.

  • Difficoltà a stappare una bottiglia
  • Difficoltà a lavorare a maglia
  • Dolore e scosse alle prime 3 dita della mano 
  • Manovra di Phalen
tunnel carpale 3

La manovra di Phalen o test di Phalen è una manovra utilizzata nella diagnosi di sindrome del tunnel carpale; si esegue richiedendo al paziente di tenere gli avambracci in posizione verticale e di porre il polso in flessione forzata, la manovra è considerata positiva se entro un minuto compaiono torpore o dolore.

Come avviene la diagnosi della sindrome del tunnel carpale? La valutazione clinica della sindrome avviene attraverso la raccolta dei sintomi lamentati dal paziente e attraverso le manovre ortopediche sopracitate (Test di Phalen).

tinnel carpale 4

Sindrome del tunnel carpale, rimedi

  • Per la sindrome del tunnel carpale cronica la medicina consiglia un’operazione chirurgica in anestesia locale, con una riuscita più sicura per gli interventi in endoscopia. Con un operazione che richiede solo una piccola incisione il recupero dell’uso della mano in breve tempo. Prima di sottoporsi ad un’operazione bisogna però informarsi al meglio sui rischi e sulle conseguenze chiedendo ad esempio se potrebbero rimanere delle cicatrici o se ci potrebbe essere un rischio di infezioni.
  • Bisogna ricordare a chi lavora al computer che l’utilizzo delle tastiere e la posizione da mantenere dovrebbero seguire delle regole ben precise. Si possono utilizzare appositi cuscinetti per i polsi e supporti adatti mentre si lavora al computer per prevenire gli sforzi e la sindrome del tunnel carpale.
  • Quando sentite che iniziano a presentarsi in modo strano formicolii e dolori alle prime tre dita della mano e a parte dell’anulare rivolgetevi subito al medico in modo che possa fornirvi dei consigli per la prevenzione della sindrome del tunnel carpale.
  • È necessario fare attenzione allo stato di salute delle proprie mani e dei propri polsi soprattutto per chi scrive a lungo al computer, chi utilizza strumenti di lavoro con movimenti ripetitivi e chi suona abitualmente strumenti musicali.
  • Quando possibile è bene scegliere attrezzature da lavoro che non sovraccarichino i polsi e che non li stressino.
  • Quando il dolore per la sindrome del tunnel carpale diventa fastidioso perché il problema si trova ad uno stadio avanzato ma nello stesso tempo non si può smettere di lavorare e di compiere i più comuni movimenti, il suggerimento è di indossare uno specifico tutore per il polso. Si tratta solitamente di un supporto elastico per la mano e per il polso che può essere indossato sia di giorno che di notte. Chiedete maggiori informazioni al vostro fisioterapista.
  • È fondamentale fare delle pause mentre si lavora per cercare di far riposare i polsi in modo da prevenire la sindrome del tunnel carpale e da non aggravarla se nel proprio lavoro i polsi sono molto sollecitati.
  • Può essere utile durante le pause eseguire dei piccoli movimenti quando sentite che i polsi sono indolenziti. Ruotate i polsi delicatamente alcune volte eseguendo dei movimenti di rotazione delle mani verso l’interno e poi verso l’esterno.

La raccomandazione principale resta comunque quella di rivolgersi ad un esperto non appena si avvertono dei sintomi fastidiosi alle dita delle mani e ai polsi per capire davvero se si possa trattare di sindrome del tunnel carpale o di altre problematiche e intervenire al più presto per la cura e la prevenzione con i rimedi più adatti al proprio stato di salute.

Marta Albè

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram