trigliceridi-alti

Per assicurarsi una buona salute è importante, tra le altre cose, tenere sotto controllo i grassi presenti nel sangue. In caso infatti si riscontrassero trigliceridi alti (situazione nota come ipertrigliceridemia) si dovrebbe pensare subito a mettere in atto delle strategie per abbassarli. Cosa fare dunque?

Un po’ come avviene per il colesterolo, in caso di trigliceridi alti ci si mette maggiormente a rischio di malattie cardiovascolari. Ecco perché è importante tenere monitorati i valori dei grassi nel sangue periodicamente soprattutto se vi è famigliarità con il problema.

Chi riscontra una situazione di ipertrigliceridemia rischia non solo più di altri infarti ed ictus ma anche di soffrire di sovrappeso e obesità che a loro volta sono fattori di rischio per molte altre patologie. Tra l’altro spesso valori alti di trigliceridi si accompagnano anche a valori alti di colesterolo, peggiorando dunque il quadro.

trigliceridi valori

Leggi anche: TRIGLICERIDI ALTI: ALIMENTAZIONE E RIMEDI PER ABBASSARLI

Ma per prima cosa cerchiamo di capire quali sono i valori normali dei trigliceridi che si dovrebbero riscontrare attraverso specifiche analisi del sangue.

QUALI SONO I VALORI NORMALI

Si considerano valori normali di trigliceridi quelli che non superano i 150 mg /dl, si tollera però di arrivare a 200mg/dl considerando la situazione al limite. Tutte le volte in cui dalle analisi del sangue si evince una situazione in cui questi grassi nel sangue superano i 200 mg (> 200mg/dl) siamo in presenza di ipertrigliceridemia. Maggiore è la distanza dal termine massimo di 200, maggiore è ovviamente la concentrazione di questi lipidi nel sangue e di conseguenza la preoccupazione per lo stato di salute futuro.

Leggi anche: TRIGLICERIDI: VALORI NORMALI E COME TENERLI SOTTO CONTROLLO

trigliceridi valori schema

Ma come possiamo abbassare l'ipertrigliceridemia?

COME ABBASSARE I TRIGLICERIDI

Dato che in molti casi i trigliceridi alti sono da imputare ad abitudini alimentari e stili di vita sbagliati (esiste però anche una componente genetica) è necessario in primis agire per modificare in meglio la propria quotidianità sia in fatto di cibi che si mettono in tavola che di buone pratiche volte ad evitare sedentarietà e vizi dannosi come quello del fumo o l’eccesso di alcool.

Alimentazione

Tra i cibi da evitare vi sono indubbiamente tutti quelli a base di zuccheri semplici (in particolare dolci e bevande zuccherate), da preferire invece i carboidrati complessi come i cereali integrali che sono tra l’altro ricchi in fibre. Consigliato poi un grande apporto di verdure, legumi e alimenti ricchi di omega 3 (che hanno dimostrato la capacità di abbassare i trigliceridi proteggendo il cuore), limitando invece i grassi soprattutto quelli di origine animale. Un aiuto può venire anche da alimenti ricchi in vitamina C (visto il suo potere antiossidante) e dall’utilizzo di alcune spezie. Assolutamente da evitare poi gli alcolici le cui calorie vanno ad incrementare i livelli di trigliceridi e colesterolo.

Ricapitolando dunque esistono cibi consigliati:

• Cereali integrali

• Verdure

• Frutta (limitare solo quella più dolce tipo banane, fichi e uva)

• Legumi

Alimenti ricchi di omega 3

• Alimenti ricchi di vitamina C

• Alimenti ricchi di fibre

• Tanta acqua e tè e tisane non dolcificate

Spezie bruciagrassi

Cibi da evitare

Zuccheri semplici

Alimenti raffinati in genere

• Bevande gassate o zuccherate

Grassi di origine animale

Alcolici

Anche la cottura degli alimenti è importante. Per fronteggiare una situazione di ipertrigliceridemia è bene cucinare in maniera sana e leggera privilegiando la cottura al vapore, in pentola a pressione o ancora nella griglia o piastra evitando l'utilizzo di condimenti a caldo.

cottura vapore cover

Attività fisica

Anche nel caso di ipertrigliceridemia è bene praticare regolare attività fisica in modo da aiutare il corpo non solo con il giusto cibo ma anche attraverso il movimento a smaltire i depositi di grasso in eccesso bruciando calorie. Non è necessario per forza fare allenamenti faticosi e lunghi, basta infatti anche una semplice camminata di 30/40 minuti al giorno.

Se avete riscontrato una ipertrigliceridemia non sottovalutate l’importanza del movimento e dedicatevi ad un’attività fisica come:

Camminata quotidiana a passo veloce per 30/40 minuti

• Corsa

• Nuoto

• Bicicletta

• Palestra

• Calcio, pallavolo, basket, ecc.

Importante anche non essere sedentari nella vita di tutti i giorni: prendete il meno possibile la macchina, fate le scale a piedi, ecc.

Rimedi naturali

Su consiglio di un esperto è possibile anche assumere alcuni rimedi naturali in grado di contribuire adabbassare i livelli di trigliceridi nel sangue. C’è ad esempio il gemmoderivato di olivo che agisce sul metabolismo dei lipidi contribuendo ad abbassare trigliceridi e colesterolo. La dose generalmente consigliata è 50 gocce due volte al giorno qualche minuto prima di pranzo e cena. Altre piante che possono aiutare nella lotta ai grassi sono il prugnolo e il rosmarino. Chiedete consiglio ad un esperto per capire come è meglio utilizzarli a seconda della vostra situazione specifica. Anche un’integrazione di Omega 3 può aiutare a tenere a bada trigliceridi e colesterolo soprattutto se con la dieta non si riesce a soddisfare il fabbisogno di questi acidi grassi essenziali.

Infine si può provare ad assumere due o tre volte a settimana degli oligoelementi in particolare Magnesio-Cobalto e Zinco-Nichel-Cobalto.

I rimedi naturali generalmente consigliati in caso di trigliceridi alti sono:

• Gemmoderivato di olivo

• Prugnolo

Rosmarino

• Integratori di omega 3

• Fiale di oligoelementi come Magnesio-Cobalto e Zinco-Nichel-Cobalto

Voi come avete risolto il problema dei trigliceridi alti?

Francesca Biagioli

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 video-corsi su Alimentazione sana, Salute e Benessere naturale, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e podcast inclusi

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog