Trapianti organo

Trapianti e donazioni. Cuori, reni e altri organi vitali, se sempre molte sono le persone la cui vita dipende da un trapianto, un dato significativo spicca più di tutti: in Italia aumentano le donazioni di organo.

È il dato che emerge dalle indagini del Centro nazionale trapianti (Cnt), che registrano nel 2016 3.268 trapianti eseguiti, contro i 3.002 del 2015 e il totale dei donatori d'organi è stato di 1.260, contro i 1.165 dello scorso anno.

LEGGI anche: TRAPIANTI: LA STAMPA 3D RISOLVERÀ IL PROBLEMA DELLA CARENZA DI ORGANI?

Il bello è che la principale novità riguarda le donazioni da vivente, che già nel 2015 hanno registrato un incremento del 20,4% rispetto all'anno precedente. In particolare quelle di rene (da vivente) hanno raggiunto un vero e proprio record, superando per la prima volta la soglia dei 300 prelievi (+56,8% rispetto al 2012).

“Con la nascita, nel novembre del 2013, del Centro nazionale trapianti operativo (Cnto) - ha dichiarato il direttore del Cnt Alessandro Nanni Costa - siamo attivi ormai in tempo reale, lungo l'arco delle 24 ore, e riceviamo dalle Regioni le segnalazioni di tutti i donatori d'organo, esaminandone idoneità e rischio di trasmissione di malattie. Seguiamo l'assegnazione di ciascun organo, sia che venga destinato a un programma nazionale, sia alle liste regionali, sino alla fase del trapianto. Anche i trasporti di organi, equipe e pazienti sono monitorati dal Cnto attraverso un collegamento costante con le Regioni”.

Quanto al paziente, il trapianto è un intervento completamente gratuito perché rientra nei livelli essenziali di assistenza (LEA), ossia tra le prestazioni e i servizi che il SSN è tenuto a fornire a tutti i cittadini. Oltre ai “classici” trapianti d’organo (il cuore, il fegato, l’intestino, il pancreas, i polmoni, i reni) che spesso risultano essere dei “salvavita”, ci sono trapianti utili a ripristinare la funzionalità di parti del corpo danneggiate da traumi o da malattie. Si tratta di trapianti di tessuti e di cellule. Quelle che possono essere trapiantate sono le staminali emopoietiche, mentre per quanto i tessuti si possono trapiantare la cornea, la cute, le arterie, le valvole cardiache, le vene, le ossa, i muscoli, i tendini, la membrana amniotica.

Quanto alle donazioni, forse nel proprio cuore ognuno di noi si è chiesto perché mai donare. Beh, il motivo è semplice: perché si può salvare la vita di qualcun altro e perché ognuno i noi potrebbe un giorno avere bisogno di essere curato con un trapianto. Tutti siamo potenziali donatori, ma lo diventiamo realmente solo quando il nostro cervello ha perso la capacità di funzionare a causa di lesioni irreversibili.
Per capire come si fa a esprimere la propria dichiarazione di volontà in merito alla donazione degli organi è interessante consultare la pagina "come donare" del Ministero della Salute.

Germana Carillo

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram