antibiotici calo batteri super resistenti

L’Emilia Romagna sta andando nella direzione giusta. Le prescrizioni e il consumo di antibiotici – troppo spesso esagerato in Italia – è finalmente in calo per paura della diffusione di batteri super resistenti.

Negli ultimi anni i batteri hanno sviluppato la capacità di resistere agli antibiotici. In Italia e nel mondo le raccomandazioni degli esperti sono molto chiare: occorre prescrivere e assumere antibiotici solo quando serve davvero per evitare la diffusione di batteri imbattibili.

È infatti proprio l’abuso di antibiotici sia per la cura della salute che negli allevamenti ad aver portato alla situazione attuale. Infezioni diventate incurabili con i comuni antibiotici uccidono migliaia di persone ogni anno in Europa e negli Stati Uniti.

È la stessa Regione Emilia Romagna a rendere noto in un comunicato il calo dei consumi di antibiotici, coerente con le raccomandazioni regionali per un uso appropriato dei farmaci. La regione promuove la campagna “Antibiotici: è un peccato usarli male”.

L’Emula Romagna vuole diffondere nei cittadini la consapevolezza che la resistenza dei batteri agli antibiotici è un vero problema di sanità pubblica.

Leggi anche: ANTIBIOTICI NATURALI: 10 CIBI ED ERBE, VERI E PROPRI FARMACI

La campagna sull’uso responsabile degli antibiotici fornisce strumenti informativi e si concentra sulle buone abitudini da seguire per ridurre le infezioni, in particolare nei bambini. In Emilia Romagna sono stati distribuiti dei volantini sugli antibiotici e sui batteri resistenti nelle Usl e nei Cup per la prenotazione delle visite mediche. La diffusione delle informazioni continuerà a gennaio e febbraio 2017.

Leggi anche:  ANTIBIOTICI: AUMENTA LA RESISTENZA IN TUTTA EUROPA, L’ITALIA IL PAESE PEGGIORE

L’Emilia Romagna vuole dunque dare il buon esempio a tutta l’Italia. Nel nostro paese l’abuso di antibiotici è un problema molto sentito ed ora è responsabilità sia dei medici che dei cittadini prescrivere e seguire le giuste cure mediche, anche alternative agli antibiotici quando non esiste una reale urgenza di assumere questi medicinali.

Leggi anche:  BATTERI RESISTENTI AGLI ANTIBIOTICI NEL 63% DELLA CARNE DI POLLO, L’ALLARME DI ALTROCONSUMO (PETIZIONE)

Ad esempio per raffreddore e influenza gli antibiotici non servono. Meglio stare al caldo e lasciare che la malattia faccia il suo naturale decorso, come sottolinea la campagna attiva in Emilia Romagna.

Per saperne di più, guardate il video.

Marta Albè

monge

Monge

10 cose da sapere prima di accogliere un cucciolo in casa

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram