inositolo

L’inositolo, conosciuto anche come vitamina B7, è una sostanza che in parte assumiamo con il cibo e in parte viene sintetizzata dal nostro organismo. Ma a cosa serve esattamente? Scopriamo tutte le proprietà dell’inositolo, le controindicazioni e quando è consigliato assumerlo.

Innanzittutto c'è da precisare che l'inositolo è definito impropriamente vitamina. In realtà si discosta un po' da questa classificazione in quanto può essere prodotto autonomamente dal nostro organismo a partire dal glucosio cosa che non avviene invece nel caso delle vitamine propriamente dette.

Ci possono essere alcuni casi in cui il medico decide di prescrivere un integratore di inositolo in quanto, dopo accurate analisi, si evidenzia una carenza oppure ci si trova in un particolare momento della propria vita in cui sono subentrate alcune problematiche di salute. Ricordiamo comunque che anche nel caso di integratori vitaminici è sempre bene chiedere il parere ad un esperto evitando il fai da te.

Scopriamo ora le proprietà dell’inositolo.

Leggi anche: VITAMINE: TUTTE LE PROPRIETÀ E I CIBI CHE NE CONTENGONO DI PIÙ

PROPRIETÀ DELL’INOSITOLO

Diverse le proprietà dell’inositolo, tra le più importanti c’è certamente il fatto di contribuire, insieme alle altre vitamine del gruppo B, al metabolismo energetico ovvero a produrre energia utile all’organismo.  Questa sostanza è utile poi per la depurazione dell’organismo in quanto ha effetti positivi sulle funzionalità del fegato e si è mostrata in grado anche di abbassare i livelli del colesterolo nel sangue.

L’inositolo è in grado di stimolare i mitocondri, responsabili di garantire alle cellule un corretto apporto di ossigeno e questo è importante un po’ per tutto il corpo, cervello e sistema nervoso compresi.

Infine l’inositolo è utile alla maturazione degli spermatozoi, si è visto infatti che una carenza può causare una riduzione del numero e dell’efficacia degli spermatozoi generando quindi maggiori difficoltà nel concepimento. Si mostra anche fondamentale sul versante femminile favoriendo il normale ciclo ovarico.

inositolo infografica

Ricapitolando le proprietà principali dell’insositolo sono:

• Favorire il metabolismo energetico

Aiutare il fegato nel lavoro di depurazione

• Aiutare cervello e sistema nervoso

• Abbassare i livelli di colesterolo nel sangue

• Aiutare la maturazione degli spermatozoi

• Favorire il ciclo ovarico

BENEFICI DELL’INOSITOLO

Come abbiamo visto i benefici dell’inositolo si evidenziano in diversi organi e tessuti del nostro corpo. Aiuta infatti nella produzione di energia, favorisce depurazione e disintossicazione dell’organismo, contrasta il deperimento delle cellule nervose e cerebrali, abbassa il colesterolo, aiuta il sistema immunitario.

Può dunque essere integrato, sotto consiglio medico, per godere di uno o più dei seguenti benefici:

• Garantire più energia al corpo

• Proteggere i vasi sanguigni e abbassare il colesterolo

• Aiutare cuore e circolazione

Rafforzare il sistema immunitario

• Depurarsi dopo prolungate terapie farmacologiche o in caso di intossicazioni alimentari

• In caso di ansia e attacchi di panico

• Problemi di maturazione degli spermatozoi

Ovaio policistico o altre problematiche legate al ciclo ovarico

CIBI CHE CONTENGONO INOSITOLO

Nella maggior parte dei casi non è necessario assumere inositolo di sintesi dato che questa sostanza, oltre che prodotta direttaemente dal corpo, è naturalmente presente in diversi cibi. Tra gli alimenti da inserire più spesso vi sono:

• Tuorlo d’uovo

• Pesce

• Prugne secche

Riso e cereali integrali

Legumi

• Noci

• Fiocchi d’avena

Arance

Banane

inositolo infografica cibi

CONTROINDICAZIONI DELL’INOSITOLO

Come le vitamine del gruppo B, anche l’inositolo è idrosolubile e dunque si scioglie in acqua ed è generalmente ben tollerato. Questo non vuol dire però che si può prendere questo integratore con leggerezza dato che comunque può avere effetti collaterali soprattutto se assunto ad alte dosi. I problemi più frequenti che possono comparire sono l’effetto lassativo, nausea e mal di stomaco

QUANDO ASSUMERLO

L’integratore di inositolo che si trova comunemente in farmacia va assunto solo dietro consiglio medico e qualora sia stata riscontrata un’effettiva carenza. Anche perché, ricordiamo, è difficile incorrere in un deficit di questa "non vitamina" dato che non solo il corpo la sintetizza ma è presente anche in alcuni cibi. Agiamo semmai prima a livello alimentare per evitare problemi di carenza di inositolo. Generalmente comunque, nonostante i benefici che offre l’inositolo, si scelgono altri tipi di integratori per fronteggiare ad esempio problemi come colesterolo o per depurare il fegato. Esistono infatti rimedi naturali più specifici ed efficaci.

Francesca Biagioli

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram