insonnia-omeopatia-fitoterapia

Dormire bene e a sufficienza è molto importante per fare in modo che corpo e mente possano rigenerarsi nel corso della notte. In alcuni casi però arriva l’insonnia, un problema che può essere passeggero oppure cronicizzarsi. Come agire naturalmente? Scopriamo come omeopatia e fitoterapia possono aiutare a contrastare l’insonnia.

L’insonnia può avere origine da diverse cause che è importante individuale per poter risolvere il problema più in fretta e con risultati duraturi.

Leggi anche: INSONNIA: 10 MOTIVI PER CUI (FORSE) NON RIESCI A DORMIRE
Trattare l’insonnia senza i farmaci è possibile ma, soprattutto quando si intende utilizzare l’omeopatia, è bene rivolgersi ad un medico specializzato che dopo un colloquio e una visita specifica, sceglierà il rimedio più adatto per la vostra costituzione e per il tipo di insonnia di cui soffrite (risvegli frequenti, problemi nella fase di addormentamento, affollamento di pensieri che non lasciano riposare, ecc.).

Vi elenchiamo adesso i principali rimedi omeopatici ma anche fitoterapici utili in caso di insonnia.

OMEOPATIA

Coffea cruda

Generalmente si consiglia di assumere qualche granulo di Coffea Cruda (il numero e la diluizione Ch possono variare) prima di dormire nel caso si soffra di insonnia dovuta ad iperattività della mente. È questo infatti un rimedio per tutte le persone che nel letto si girano e rigirano in preda ai propri pensieri, che si lasciano prendere facilmente dalle emozioni e quindi, anche se in parte riescono a dormire, la mattina sono già stanchi in quanto il riposo non è stato tale.

Nux vomica

L’insonnia può nascere anche da un periodo di forte stress, in questo caso il rimedio omeopatico più indicato è la Nux vomica. Spesso chi necessita di questi granuli ha risvegli intorno alle 3 di notte, oppure la mattina presto quando poi non riesce più a riaddormentarsi e si alza già nervoso e agitato. Non solo difficoltà a dormire ma anche irritabilità e agitazione sono conseguenze dello stress che possono essere trattate con Nux Vomica.

Gelsemium

Chi soffre di insonnia di tipo ansioso può ottenere buoni risultati assumendo Gelsemium. La persona a cui viene consigliato questo rimedio spesso non dorme a causa di un evento futuro che l’aspetta ad esempio un esame o una visita medica. È quindi l’ansia a tenere svegli o addirittura la fobia di non riuscire a dormire.

Ignatia Amara

In caso di shock recenti ad esempio lutti, separazioni, ecc. che hanno generato insonnia, il rimedio principe è Ignatia Amara. La persona che ha bisogno di questo rimedio può vivere un periodo di estrema irritabilità e lunaticità, mentre durante il riposo potrebbe soffrire di spasmi o scatti dovuti al momento di forte stress vissuto.

Chamomilla

Chamomilla è il rimedio perfetto per chi la sera si mette a letto, non riesce ad addormentarsi e di conseguenza sbadiglia e soffre di sonnolenza nel corso della giornata. Adatta anche per i bambini, la camomilla omeopatica è perfetta per i piccoli che hanno dolori a causa della dentizione e soffrono soprattutto di notte.

Leggi anche: INSONNIA: 10 RICETTE E RIMEDI CHE AIUTANO A DORMIRE

omeopatia

FITOTERAPIA

Tiglio

Spesso indicato per l’insonnia è il macerato glicerico di tiglio, estratto dalle gemme di questa pianta. Se ne consigliano dalle 50 alle 70 gocce da prendere 20 minuti prima di andare a dormire diluite in un po’ d’acqua.

Leggi anche: TIGLIO: PROPRIETÀ, USI E DOVE TROVARLO
Passiflora

Un'altra pianta particolarmente utile per chi soffre di disturbi del sonno è la passiflora con la quale si possono realizzare delle tisane unendola ad esempio a tiglio o ad altre erbe dal potere rilassante. Fatevi consigliare dal vostro erborista di fiducia un mix che possa essere di vostro gradimento.

Leggi anche:  PASSIFLORA: MILLE PROPRIETÀ, USI E BENEFICI

Meliloto

Nel caso l’insonnia si evidenzi soprattutto nella fase inziale rendendo difficile addormentarsi, una delle erbe più indicate è il meliloto. Si può utilizzare sotto forma di tisana, unita ad altre piante, oppure in gocce scegliendo la tintura madre ottenuta da questa pianta o ancora in compresse o estratto secco.

Valeriana

La valeriana è un ottimo rilassante per il sistema nervoso ma ha un sapore molto forte. Per questo spesso si evita di inserirla nelle tisane e si utilizza invece sotto forma di estratto. Come ci suggerisce l’erborista Beatrice Ciarletti, questo rimedio contro l’insonnia andrebbe utilizzato solo da chi poi la mattina non ha necessità di svegliarsi presto in quanto può portare ad una difficoltà a riprendere in fretta i regolari ritmi giornalieri.

Leggi anche: VALERIANA: PROPRIETÀ, BENEFICI E COME UTILIZZARLA

Oli essenziali

Anche alcuni oli essenziali possono aiutare a dormire meglio contrastando l’insonnia, si tratta in particolare della lavanda, del mandarino, dell’arancio amaro, della camomilla e del gelsomino. Per conoscerli meglio e scoprire come utilizzarli, leggete qui.

Leggi anche: OLI ESSENZIALI CONTRO L’INSONNIA: QUALI SONO E COME UTILIZZARLI

Voi come avete superato il problema dell’insonnia?

Francesca Biagioli

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram