streptococco-sintomi-rimedi

Lo streptococco è un batterio di cui esistono più specie e che può provocare diversi tipi di infezione a seconda della zona dell'organismo in cui si manifesta. Vediamo allora che sintomi possono comparire e quali sono le cure da seguire in caso di infezione da streptococco.

Iniziamo col dire che esistono circa 20 specie diverse di streptococco ma solo alcune comportano rischi per il nostro organismo. Quelli più comuni che creano situazioni patologiche soprattutto nei bambini sono gli streptococchi beta-emolitici di gruppo A e B.

SINTOMI DELLO STREPTOCOCCO

Gli streptococchi di gruppo A possono far comparire diverse patologie e sintomi come mal di gola, tonsillite, polmonite, scarlattina e infezioni della cute. Nella maggior parte dei casi l’infezione da streptococco è dovuta allo Streptococcus pyogenes che fa parte del gruppo A e provoca il più delle volte una faringite.

I sintomi che compaiono più frequentemente sono quindi: gola rossa con presenza o meno di placche, linfonodi e tonsille gonfie, mal di testa e febbre. Nel caso l’infezione non venga riconosciuta e trattata la situazione può aggravarsi provocando scarlattina, febbre reumatica, impetigine o quarta malattia.

Riassumiamo i sintomi dello streptococco del gruppo A.

  • Mal di gola
  • Tonsillite
  • Polmonite
  • Scarlattina
  • Infezioni della cute
  • Faringite
  • Placche in gola
  • Tonsille gonfie
  • Linfonodi ingrossati
  • Mal di testa
  • Febbre
  • Febbre reumatica
  • Impetigine
  • Scarlattina
  • Quarta malattia

Leggi anche: SCARLATTINA: SINTOMI, CONTAGIO E CURE IN BAMBINI E ADULTI (FOTO)

Gli streptococchi di gruppo B possono rivelarsi più pericolosi in quanto responsabili di meningiti, endocarditi, artrite settica e setticemia.

Questi i sintomi dello streptococco del gruppo B.

  • Meningite
  • Endocardite
  • Artrite settica
  • Setticemia

STREPTOCOCCO IN GRAVIDANZA

Attenzione anche alle donne in gravidanza: questo tipo di streptococco infatti può trovarsi nell’ambiente vaginale e in un normale periodo non avrebbe alcun tipo di complicazioni ma è diversa la situazione in caso di parto imminente. La presenza di questo microrganismo, infatti, può essere pericolosa per il neonato, ecco perché se si individua lo streptococco a livello vaginale o anale, la donna dovrà seguire una terapia antibiotica durante il parto.

Molto importante una volta sviluppati i sintomi capire se si tratta proprio di infezione da streptococco sottoponendosi ad un tampone, il modo più semplice e sicuro per sincerarsi della presenza di questo microrganismo.

STREPTOCOCCO NEI BAMBINI

Lo streptococco nei bambini è un problema molto comune, soprattutto tra i più piccoli che vanno all'asilo o a scuola. Questo batterio si annida in diverse zone del corpo e può appartenere a diversi ceppi. I sintomi anche sono diversi a seconda dei casi. 

Leggi anche: INFEZIONE DA STEPTOCOCCO: COME INTERVENIRE NEI BAMBINI

CAUSE DELLO STREPTOCOCCO

Come si prende lo streptococco? Noi veniamo spesso in contatto con i batteri della specie streptococco che abitano nel nostro organismo in alcuni casi in maniera asintomatica. Nel momento in cui però il nostro sistema immunitario subisce un abbassamento delle difese ecco che le specie più aggressive di streptococco possono prendere il sopravvento facendo compare uno o più tra i sintomi e le patologie sopraelencate.

Sicuramente la frequentazione di luoghi chiusi e affollati come sono spesso asili, scuole, palestre, centri sportivi, ecc. fa si che siano soprattutto i bambini ad essere colpiti nella maggior parte dei casi da streptococco.

Riassumiamo le cause del contagio e dell'infezione da streptococco. 

  • Abbassamento delle difese immunitarie
  • Frequentazione di luoghi chiusi e affollati
  • Contatto con specie aggressive di streptococco 
  • Trasmissione attraverso le gocce di saliva
  • Trasmissione attraverso tosse e starnuti 

 

STREPTOCOCCO, CURE E RIMEDI NATURALI

In caso di infezione da streptococco è molto importante seguire una terapia per evitare che il microrganismo si propaghi ulteriormente aggravando la sintomatologia. Soprattutto se si tratta di bambini è importante seguire le indicazioni del pediatra che prescriverà senza dubbio una terapia antibiotica per un periodo di alcuni giorni da valutare caso per caso.

  • Terapia antibiotica prescritta dal medico
  • Medicinali consigliati dal medico
  • Ribes nigrum per supportare il sistema immunitario
  • Miele per tosse e mal di gola

Esistono alcuni rimedi naturali che possono sostenere il sistema immunitario nella lotta contro il batterio (ad esempio il ribes nigrum) o alleviare i sintomi della faringite (come il miele) ma non si sostituiscono alla terapia stabilità dal medico.

Francesca Biagioli

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram