Verruche cure

Verruche: cosa sono e, soprattutto, come si curano? Decisamente antiestetiche e molto fastidiose, le verruche in genere nascono dalla propagazione di un virus a livello cutaneo (ma anche sulle mucose). È per questo che si forma un nucleo di tessuto interno vascolarizzato composto da più strati di tessuto epiteliale.

Il virus che causa le verruche è, nella maggioranza dei casi, il Papilloma Umano (HPV) e assumono diversi aspetti a seconda della sede in cui si sviluppano:

- Verruche piane: si manifestano per lo più sul viso e sul dorso delle mani come piccole lesioni lenticolari di 1 mm di diametro, spesso numerose

- Verruche volgari: lesioni nodulari rilevate, grigiastre, soprattutto sul dorso delle mani e attorno alle unghie, ginocchia o attorno alla bocca o sul collo. Spesso nei bambini si formano verruche sulle mucose labiali o del cavo orale (papillomi)

- Verruche plantari: sulla pianta dei piedi, singole o a mosaico, e spesso sembrano dei calli

- Verruche genitali o condilomi acuminati

LEGGI anche: VERRUCHE: TIPOLOGIE, CAUSE E RIMEDI NATURALI

Le verruche piane

Rispetto a tutte le altre forme di verruche, quelle piane (o anche dette verruche giovanili) sono più lisce e più piccole e possono crescere sia singolarmente che a gruppi. Si formano sulla pelle leggermente sopraelevate e hanno un colore simile a quello della carne. I bambini ne sono particolarmente soggetti, ma le verruche piane possono formarsi anche per un’irritazione e un’infiammazione dovute alla rasatura.

Quello che c’è da sapere, inoltre, è che le verruche piane sono molto contagiose e possono moltiplicarsi facilmente fino a includere gambe, braccia o altre parti del corpo.

Come si curano le verruche piane

Solo se una verruca causa dolore o molto fastidio si asporta. Di contro, ci sono molti metodi per intervenire sulle verruche: dai farmaci alla elettrocoagulazione (una lieve scossa elettrica per bruciare la verruca), ma ci sono anche la crioterapia, con cui si sottopone la verruca all’azione dell’azoto liquido, o la terapia laser, che di solito viene applicata nel caso di verruche più estese e ostinate.

In farmacia si possono poi comprare dei medicinali da banco, ma in questo caso la verruca ha bisogno di un pre-trattamento: deve essere ammorbidita in acqua tiepida e poi si elimina la pelle morta sulla superficie, utilizzando delicatamente una limetta.

In generale, infine, è importantissimo non grattarsi e non crearsi delle lesioni, in modo da evitare che il virus si diffonda nel resto del corpo.

Rimedi naturali contro le verruche

Molti sono i rimedi naturali per contrastare le verruche piane. L’aglio, per esempio, se schiacciato e spalmato sulla verruca per un paio di volte al giorno ha i suoi effetti. Così come la corteccia di betulla, con la quale si fa un infuso da applicare sulla vescica con delle garze inumidite.

LEGGI anche: LA TUA FARMACIA NATURALE: RIMEDI E OCCORRENTE PER I PICCOLI PROBLEMI QUOTIDIANI

Si possono, inoltre, applicare anche il succo di un limone o di aloe vera. Infine, si può utilizzare anche il fieno greco: i suoi semi vanno lasciati in una tazza d’acqua in frigo per circa due giorni. L’unguento che si ottiene va applicato una volta al giorno sulla verruca.

Qui trovate molti altri rimedi naturali contro le verruche.

Germana Carillo

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog