follicolite

Cos’è la follicolite e da cosa è causata? Esistono rimedi naturali per sconfiggerla? La follicolite altro non è che un infezione della zona della pelle in cui si trova la radice del pelo, chiamata follicolo pilifero, che da origine a brufoli rossi e purulenti.

Si tratta di un problema molto frequente che crea un’antiestetica situazione che, vista la presenza di brufoli ravvicinati e spesso numerosi, assomiglia molto a quella dell’acne da cui però si differenzia per la diversità di cause scatenanti.

SINTOMI

Come possiamo riconoscere la follicolite? Innanzitutto la pelle risulta infiammata e rossa, compaiono dei brufoli che possono essere di diverse dimensioni e creano prurito e in alcuni casi dolore. Spesso dai brufoli fuoriesce del pus che una volta seccato si trasforma in crosta. Naturalmente è bene non toccare le bolle e non grattarsi anche se si sente lo stimolo per evitare di peggiorare il problema e non far comparire in seguito delle piccole cicatrici.

Il più delle volte al momento della guarigione dalla follicolite non rimangono segni dell’infezione, questo però solo se si è trattato di un’infiammazione lieve e presa per tempo. Se il problema si era esteso più in profondità andando a compromettere anche gli stati più bassi dell’epidermide è possibile che rimangano invece delle cicatrici difficili da eliminare, anche perché le pustole e le croste che si formano sono di circonferenza più ampia. Si tratta fortunatamente di casi rari, dato che una follicolite lieve è molto più frequente e tende a scomparire nel giro di pochi giorni senza lasciare traccia.

follicolite infografica

La follicolite può comparire in diverse zone del corpo, anche se spesso le pelli delicate del viso, dell’inguine o delle gambe (in seguito a depilazione) sono le parti più colpite.

CAUSE

Spesso la follicolite è causata da un’infezione batterica. È possibile però che l’infiammazione sia dovuta anche a dei funghi, a virus o ad una concomitante presenza di diversi microrganismi che hanno contribuito alla comparsa dell’infiammazione.

Nella maggior parte dei casi, comunque, responsabile della follicolite è lo Staphylococcus aureus, batterio che si annida nei follicoli piliferi e li infiamma fino a far comparire i sintomi sopracitati. Possono essere diversi i motivi per cui questo microrganismo riesce ad infettare i follicoli: cerette e rasature che tendono a far incarnire i peli e favorire le infezioni, piccoli tagli, ferite o altro.

In alcuni casi la follicolite si sovrappone alla vera e propria acne che origina da cause differenti o ad una dermatite che già di per sé ha reso la pelle più sensibile e fragile agli attacchi esterni. Premesso che la follicolite può colpire indistintamente maschi e femmine di tutte le età esistono dei fattori di rischio quali obesità, diabete e leucemia, interventi chirurgici, terapie a base di antibiotici o cortisone ma anche comportamenti non proprio consigliabili come indossare abiti troppo stretti o esposizione frequente ad acqua troppo calda (ad esempio per chi frequenta terme o piscine riscaldate in questo caso si parla di “follicolite da bagno caldo”).

RIMEDI NATURALI

Tea tree oil

Dato che la follicolite si genera a causa di un’infezione batterica, cosa c’è di meglio di un potente antibatterico naturale come il tea tree oil per combatterla? Si può applicare con l’aiuto di un cotton fioc una goccia su ogni follicolo infiammato.

Timo

Un altro olio essenziale che ci può venire in aiuto in caso di follicolite è il timo anch’esso potente antibatterico. Se non si ha a disposizione l’essenza è possibile utilizzare anche l’infuso di timo per fare impacchi più volte al giorno.

La malva è una pianta dall’ottimo effetto lenitivo e calmante, può quindi aiutare a sfiammare i bulbi piliferi limitando dunque i fastidi causati dalla comparsa dei brufoli . Anche in questo caso è necessario fare impacchi sulle zone colpite più volte al giorno utilizzando un infuso di malva.

Leggi anche: frecciaMALVA: TISANE, INFUSI E DECOTTI

Olio di iperico

Un olio vegetale che svolge azione lenitiva ma anche cicatrizzante è quello ricavato dalla pianta di iperico, o Erba di San Giovanni. Basta utilizzare una piccola quantità ogni giorno sui brufoli per ottenere un certo sollievo e una guarigione più veloce.

Un prodotto che tutti abbiamo sempre in casa è l’aceto, utile contro la follicolite in quanto oltre a disinfettare esercita anche un effetto antiprurito. Con un batuffolo di cotone si possono cospargere con poco aceto le zone colpite dal problema più volte al giorno.

Leggi anche: frecciaACETO: 30 USI ALTERNATIVI

Bagno d’avena

Questa tecnica si avvale delle doti lenitive ed emollienti dell’avena sull’epidermide, ottima anche per alleviare i fastidi del prurito. Potete fare dunque impacchi a base di avena e acqua sulle zone colpite da follicolite. Qui potete leggere il procedimento.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 video-corsi su Alimentazione sana, Salute e Benessere naturale, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e podcast inclusi

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog