protesi tatto

Una protesi bionica con tanto di dita sensibili al tatto, non è più solo fantascienza ma sta diventando realtà grazie al lavoro di un team italo-svizzero.

Scienziati specializzati stanno già da anni lavorando alla creazione di nuove protesi in grado di restituire non solo mobilità ma anche sensibilità. Il primo dito bionico al mondo, dotato di polpastrello sensibile, è stato già applicato a una persona che aveva subito un’amputazione. Si tratta di Dennis Aabo Sørensen, che grazie al dito artificiale dotato di sensori e connesso ad alcuni elettrodi impiantati chirurgicamente nei nervi del braccio è stato in grado di distinguere, in tempo reale, superfici ruvide da superfici lisce nel 96% delle prove sperimentali effettuate.

Questo il commento di Sørensen dopo la straordinaria esperienza di cui è stato protagonista: "Percepivo la stimolazione quasi come quella che avrei potuto sentire con la mia mano e ancora sento la mia mano mancante, è come se avessi il pugno chiuso. Con il dito artificiale ho sentito le sensazioni sulla punta del dito indice della mia mano fantasma".

L’uomo di origini danesi era già stato coinvolto in un precedente studio in cui gli impianti erano stati connessi alla protesi di una mano sensorizzata grazie alla quale era riuscito a riconoscere forma e morbidezza degli oggetti. Questa volta però si è fatto un ulteriore passo avanti riuscendo a migliorare la percezione tattile.

Gli scienziati hanno effettuato lo stesso esperimento anche su persone non amputate. In questo caso non c’è stato bisogno di fare un vero e proprio intervento chirurgico ma è bastato passare l’informazione tramite sottili aghi microneurografici inseriti temporaneamente in un nervo del braccio. Anche qui il team ha riscontrato ottimi risultati: i non amputati sono riusciti a distinguere le superfici rugose da quelle lisce nel 77% dei casi.

L’innovativa ricerca che ha ottenuto risultati sorprendenti è opera dell'Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa e dell'École Polytechnique Fédérale de Lausanne in Svizzera, ma si è avvalsa anche della collaborazione dell’Università di Pisa, Ircss San Raffaele Pisana, Università Cattolica del Sacro Cuore e Università Campus Bio-Medico di Roma.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

LA PROTESI CON LA PELLE ARTIFICIALE CHE 'SENTÈ 

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog