occhio pernice rimedi

Avete mai sentito parlare di occhio di pernice? No, non si tratta di volatili ma bensì di un problema che riguarda i nostri piedi. Si tratta in sostanza di un ispessimento della pelle, molto simile al callo anche se generalmente più piccolo. Il nome così originale deriva dal fatto che la zona colpita è circolare bianca o arrossata con al centro un punto più scuro, il che ricorderebbe dunque l’occhio di una pernice.

Ma come si forma? Spesso gli occhi di pernice sono un problema che riguarda le persone che praticano molto sport, fanno un lavoro che li costringe a stare lunghe ore in piedi ma soprattutto indossano scarpe scomode, di scarsa qualità o non adatte al proprio tipo di piede o all’uso che se ne deve fare. In questo caso, infatti, il piede è costretto a delle pressioni o sfregamenti che alla lunga portano alla formazione di questi ispessimenti.

Gli occhi di pernice, il più delle volte si formano tra due dita (di solito coinvolti sono il quarto e il quinto) e spesso causano fastidi, dolore o difficoltà a indossare le solite scarpe. Si tratta di un disturbo molto frequente e ovviamente non grave sul quale si può tranquillamente agire con alcuni rimedi naturali o semplici accorgimenti da mettere subito in pratica per fare in modo che il problema si risolva in breve tempo:

SCARPE COMODE

Se intuite che sia stato un paio di scarpe a far spuntare l’occhio di pernice, evitatele per lungo tempo prediligendo invece scarpe comode e con tacco basso almeno fino a che l’ispessimento è scomparso. In casa meglio indossare sempre delle pantofole morbide.

PEDILUVI

Se avete dolore e fastidio ai piedi, un ottimo sistema per avere subito un sollievo è fare dei pediluvi con acqua calda e sale integrale oppure bicarbonato o Sali di Epsom per almeno 30 minuti. Una volta ammorbidita la zona è possibile passare una limetta da piedi per cercare di diminuire l’estensione dell’occhio di pernice, ma senza forzare se si avverte dolore.

ALOE VERA

Il gel di aloe vera è rinfrescante e lenitivo, può quindi essere utile ad alleviare il fastidio e curare l’occhio di pernice. Spargete il gel più volte al giorno delicatamente e fino a completo assorbimento, semmai potete utilizzare una garza per mantenere la zona pulita e a contatto con l’aloe. Se avete la pianta, va bene anche staccare una foglia, tagliarla a metà e applicare direttamente il gel.

LIMONE

Un rimedio della nonna contro l’occhio di pernice è quello di sfregare la zona colpita con una fetta di limone dalle proprietà antibatteriche. Si può anche applicarla a mo’ di impacco ricoprirla con una garza e un cerotto e lasciarla agire per tutta la notte.

IMPACCHI DI CALENDULA

Soprattutto se la zona è molto dolente, dura e arrossata si possono ottenere benefici con degli impacchi con tintura madre di calendula o con un infuso a base di questa pianta. Vanno ripetuti più volte al giorno per almeno 15-20 minuti.

CEROTTI

Si trovano comunemente in farmacia dei cerottini da applicare tra le dita o sulla zona del piede dove è comparso l’occhio di pernice in modo tale da evitare che la situazione peggiori e molto comodi per continuare ad indossare scarpe e camminare senza avvertire dolore.

Potete trovare altri rimedi naturali per calli e duroni QUI.

Se nonostante i diversi tentativi naturali l’occhio di pernice rimane ancora lì "a guardavi" allora è meglio rivolgersi ad un esperto che vi consiglierà la terapia migliore. 

Francesca Biagioli

Leggi anche:

CALLI E DURONI: 10 RIMEDI NATURALI

PIEDI E CATTIVI ODORI: 10 RIMEDI NATURALI

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram