ciclo mestruale

Ciclo mestruale, scopriamo quali sono le sue fasi, la durata e i sintomi che preannunciano l’arrivo delle mestruazioni. L’arrivo del primo ciclo mestruale segna l’inizio del periodo fertile per una donna.

La serie dei cicli mestruali inizia solitamente attorno agli 11 anni e prosegue fino alla menopausa, che si presenta attorno ai 50 anni, anche se molto dipende da fattori personali, familiari e genetici. Si parla di pubertà precoce quando il ciclo mestruale si presenta in bambine ancora piccole, di soli 8 anni.

I cambiamenti legati alle fasi del ciclo mestruale sono dovuti alla produzione di ormoni diversi da parte del nostro organismo. Possiamo descrivere il ciclo mestruale come una sequenza di cambiamenti fisiologici periodici che servono alla maturazione della cellula uovo, pronta per la fecondazione, e alla preparazione di un tessuto adatto al suo impianto.

Durata del ciclo mestruale

La durata standard del ciclo mestruale è pari a 28 giorni, ma nelle donne possono essere presenti cicli più brevi (di 24, 25 o 26 giorni) oppure un po’ più lunghi (fino a 32 giorni). Se le mestruazioni compaiono ad intervalli più o meno frequenti rispetto alla normale durata, ciò potrebbe essere il segnale di un problema. Meglio consultare il proprio medico di fiducia e il ginecologo.

Fasi del ciclo mestruale

Se prendiamo come riferimento un ciclo mestruale della durata di 28 giorni, possiamo schematizzare le diverse fasi come segue:

1) Fase follicolare

Dal 1° al 5° giorno: compare la mestruazione, l’endometrio si sfalda.
Dal 6° al 13° giorno: nell’ovaio matura un follicolo, l’endometrio si ricostruisce.

2) Ovulazione

Nel 14° giorno le ovaie rilasciano una cellula uovo, chiamata anche ovulo, ovocita o gamete femminile.

3) Fase luteinica

Dal 15° al 21° giorno si forma il corpo luteo, l’endometrio si inspessisce e si sviluppa.

(Per approfondire cfr. Cecie Starr, “Biologia, concetti e applicazioni”, Garzanti).

Ovulazione e giorni fertili

È interessante sapere che durante l’ovulazione ogni mese viene liberato un ovulo maturo pronto ad essere fecondato e che le ovaie si alternano da un mese all’altro per lo svolgimento di questo compito. La liberazione dell’ovulo da parte delle ovaie viene favorita dalla produzione dell’ormone LH.

Proprio in corrispondenza del 14esimo giorno del ciclo (in un ciclo mestruale regolare di 28 giorni), l’ipofisi aumenta la produzione dell’ormone LH. In realtà bisogna tenere conto che sia l’ovulo che lo spermatozoo mantengono la loro capacità di fecondazione per circa 72 ore. Per questo motivo non si parla solitamente di un unico giorno fertile durante il ciclo mestruale, ma di almeno 2 o 3 giorni (con le dovute eccezioni).

Sintomi del ciclo mestruale

Tra i sintomi dell’arrivo delle mestruazioni possiamo trovare comparsa di piccole perdite, mal di testa, tensione a livello del seno, mal di schiena, debolezza, capogiri, dolori addominali, sensazione di fastidio all’altezza dei reni o delle ovaie e pancia gonfia, soltanto per citare alcune delle condizioni più comuni, che possono perdurare anche durante i giorni delle mestruazioni vere e proprie. Alcune donne soffrono di crampi mestruali con forti dolori addominali.

Rimedi naturali per le mestruazioni dolorose

Chi soffre di mestruazioni dolorose può ricorrere ad alcuni rimedi naturali. Vi avevamo già parlato dei rimedi naturali per alleviarli, tra cui troviamo oli essenziali, aromaterapia, unguenti curativi, tisane rilassanti, pediluvi e applicazione di impacchi. Qui maggiori informazioni sui rimedi naturali per alleviare i dolori mestruali. Potrete approfondire l’argomento rivolgendovi al vostro medico e al vostro erborista di fiducia.

Marta Albè

Leggi anche:

Dolori mestruali: 10 rimedi naturali per alleviarli
Come ridurre i dolori mestruali con rimedi naturali
Rimedi e terapie naturali per i disturbi del ciclo e della menopausa

 

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram