ebola contagiato medico italiano

Un medico italiano di Emergency è stato contagiato dal virus ebola in Sierra Leone. Al più presto verrà trasferito a Roma, presso l'Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani, dove arriverà questa notte.

Fissate le misure di massima sicurezza per il trasporto e per il ricovero. Il ministro della Salute Lorenzin ha reso noto che al momento non c'è alcun aumento del livello di allarme per quanto riguarda il virus ebola in Italia.

Il medico italiano di Emergency sarebbe stato sottoposto ai trattamenti necessari e starebbe bene. La Farnesina ha già predisposto il rientro in Italia del medico, che arriverà questa notte all'aeroporto di Pratica di Mare. Sarà trasportato da uno dei velivoli dell'Aeronautica Militare.

Il dottore stava prestando servizio a Lakka, in Sierra Leone. Aveva manifestato alcuni sintomi di malessere e dunque è stato sottoposto a test che hanno confermato il contagio. Emergency è presente in Sierra Leone dal 2001 con un centro chirurgico e uno pediatrico. In oltre 10 anni i medici dell'associazione si sono presi cura di più di 460 mila persone.

"Il nostro medico è in buone condizioni, non ha nessun problema in particolare. La situazione qui in Sierra Leone è un disastro"ha comunicato Gino Strada. Secondo l'OMS l'epidemia di ebola conta 100 nuovi casi al giorno. Sarebbero più di 5000 le persone contagiate.

I medici impegnati a prendersi cura dei pazienti sono purtroppo a rischio di contagio. La scorsa settimana un medico cubano di 43 anni ha contratto l'ebola proprio in Sierra Leone ed è stato trasferito all'ospedale universitario di Ginevra, in Svizzera, per ricevere cure tempestive. Secondo il Ministero della Salute, la situazione è sotto controllo.

"Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, d'intesa con il presidente del Consiglio, il ministro della Difesa, il ministro degli Affari Esteri e della cooperazione internazionale e il ministro dell'Interno" - come ha reso noto lo stesso Ministero - "ha dato disposizioni immediate per organizzare il trasferimento e il trattamento del medico italiano con trasporto ad alto biocontenimento".

Il ministro Lorenzin ha dichiarato: "Mi sento di rassicurare la famiglia che il nostro medico sta bene, non ha avuto febbre o altri sintomi durante la notte, stamattina ha fatto colazione e continua a bere in maniera autonoma, esprimo la mia vicinanza a lui e alla famiglia e assicuro che il governo italiano tutto è al fianco del nostro connazionale".

Il medico si trovava in Sierra Leone per assistere i malati di ebola dal 18 ottobre. Per rispetto della privacy del collega e della sua famiglia, per ora Emergency non rilascerà altre dichiarazioni.

Marta Albè

Fonte foto: mshcdn.com

Leggi anche:

Ebola, la deforestazione ha contribuito alla sua diffusione?
Ebola, Monsanto, sperimentazione sugli esseri umani e petrolio
Consigli e rimedi per proteggere il nostro corpo da virus e batteri

porta calcio decathlon 2018

Decathlon

Una porta da calcio per giocare in giardino tutto l'anno

cosmetici pelle lavera

Lavera

Come difendere la pelle dall'inquinamento quotidiano

banner guida pulizie

La guida alle pulizie eco

Tante informazioni, zero euro! Scaricala subito

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
seguici su instagram
guida pulizie
corsi greenme
whatsapp gratis