diabete-giornata-mondiale

La Giornata mondiale del Diabete si propone di informare i cittadini su questa malattia, su come prevenire alcune sue forme ma anche su come affrontarla al meglio nel caso sia già sopraggiunta. Purtroppo i dati sull’incidenza del diabete in Italia non sono rincuoranti, i casi sono più che raddoppiati negli ultimi 25 anni e a preoccupare è anche la situazione dei bambini e ragazzi sotto i 18 anni che hanno raggiunto un totale di circa 20-25mila unità.

Si fa sempre più importante e urgente, quindi, puntare l’attenzione su questa malattia lavorando direttamente sulle persone per farle diventare maggiormente responsabili della propria salute. Non è un caso che il claim della giornata di quest’anno in Italia sia “il diabete ha scelto me, ma anche io ho scelto me”, frase che ha il chiaro intento di sensibilizzare le persone affette da diabete ad autoregolarsi e a prendersi cura di se stesse al massimo per poter convivere al meglio con la propria malattia.

Tanti gli appuntamenti che si svolgeranno un po’ in tutta Italia il 15 e il 16 novembre, se volete trovare quello più vicino a casa vostra potete collegarvi al sito dell’iniziativa, www.giornatadeldiabete.it.

La Società italiana di diabetologia (Sid) in occasione di questa giornata ha voluto stilare un decalogo di consigli per chi ogni giorno combatte contro il diabete:

1) CONSAPEVOLEZZA. Con il diabete si può condurre una vita normale ma bisogna sapere bene quello che si fa e le conseguenze a cui si può andare incontro se ci si trascura.

2) ALIMENTAZIONE. Niente è vietato del tutto ma alcuni alimenti possono essere assunti solo ogni tanto, tra questi ovviamente le bevande e i prodotti che contengono zucchero. Sconsigliati dagli esperti anche i dolcificanti.

3) PESO CORPOREO. Bisogna tenere sempre sotto controllo il proprio peso cercando di rimanere in forma il più possibile ma senza fare diete drastiche e rigorose. Il segreto è moderare le porzioni, scegliere pesce e legumi piuttosto che la carne e soprattutto mangiare tanta frutta e verdura.

4) ATTIVITA' FISICA. Va bene anche camminare per mezz'ora ma va fatto ogni giorno e possibilmente a passo svelto. Non è necessario insomma sfiancarsi in palestra o fare sport pesanti.

5) CURA DEI PIEDI. I piedi sono uno dei punti deboli della persona con diabete, ecco perché in caso di problemi o lesioni anche di poca entità è sempre bene rivolgersi ad uno specialista.

6) FARMACI. Quanto prescritto dal proprio medico va assunto con regolarità, con le modalità e agli orari stabiliti. Questo è molto importante per tenere sotto controllo la malattia.

7) AUTOCONTROLLO GLICEMICO. Imparare a misurarsi da soli la glicemia è di fondamentale importanza perché questo semplice gesto va fatto più volte nel corso della giornata secondo quanto suggerito dal proprio medico e prendendo nota dei risultati.

8) CONTROLLI. Sottoporsi ad esami regolari (di laboratorio e strumentali) è importante per tenere sotto controllo la situazione ed evitare l’insorgenza di ulteriori problemi.

9) LAVORO DI SQUADRA. Spesso dietro alla persona che soffre di diabete c’è una vera e propria equipe di medici e specialisti che collaborano insieme per la salute del paziente che comunque rimane il vero protagonista. È importante che la squadra sia affiatata.

10) VISITE MEDICHE. Queste dovrebbero essere da 3 a 10 nel corso di un anno anche perché spesso si ha bisogno dell’aiuto di più medici: di base, dietista, ecc.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

- Diabete: 10 miti da sfatare sull'alimentazione dei diabetici
- Diabete: i 10 sintomi iniziali più comuni

maschera lavera 320

Salugea

Colesterolo alto: ridurlo in soli 3 mesi naturalmente

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
banner colloqui dobbiaco
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram