antibiotici

Uso e abuso degli antibiotici. La nostra salute è a rischio. Gli antibiotici sono il più grande fallimento della medicina moderna? A porre in luce il nuovo allarme è il "Rapporto sui rischi globali 2013" pubblicato dal World Economic Forum. Tra le minacce per la nostra salute troviamo il ricorso eccessivo agli antibiotici, proprio quei medicinali che dovrebbero curarci.

Negli ultimi decenni il loro abuso ha portato allo sviluppo di batteri sempre più resistenti ai medicinali. Troppo spesso gli antibiotici sono stati considerati la panacea di tutti i mali. Purtroppo non è così. Migliaia di persone nel mondo potrebbero trovarsi in questo momento a seguire un trattamento antibiotico senza che ne abbiano davvero bisogno.

L'abuso di antibiotici può essere legato alla convinzione errata che questi farmaci servano a contrastare i virus. Non è così. Gli antibiotici sono nati come arma contro i batteri. Succede che gli antibiotici vengano prescritti da alcuni medici anche in caso di influenza virale - uno degli esempi più classici del loro impiego scorretto. Altro caso comune di ricorso agli antibiotici è rappresentato dalla faringite batterica - per cui il loro impiego risulta giustificato. Ma l'abuso di antibiotici potrebbe creare batteri tanto resistenti da rendere incurabili patologie proprio come la faringite, riconducendoci indietro nel tempo di decenni.

Le maggiori preoccupazioni riguardano inoltre i conflitti di interesse tra medici, ricercatori e case farmaceutiche. Le ricerche e le sponsorizzazioni di medicinali come gli antibiotici che risultino finanziate dalle case farmaceutiche - pronte ad elargire bonus e gettoni di presenza agli esperti, ad esempio per la partecipazione a convegni o per lo svolgimento di consulenze - lasciano sorgere alcuni dubbi sulla diffusione di tali medicinali al solo scopo di salvaguardare la salute della popolazione.

Gli antibiotici dovrebbero dunque essere utilizzati soltanto in caso di reale necessità, non a scopo preventivo o inutilmente, ad esempio nel tentativo di accelerare la guarigione di una patologia causata da virus. Febbre, tosse o altre patologie comuni non richiedono necessariamente il ricorso ad antibiotici, a parere degli esperti. Ad ogni disturbo dovrebbero essere dedicate le cure corrette e una maggiore attenzione alla prevenzione, per evitare il ricorso a farmaci non necessari e soprattutto il loro abuso.

Quando non servono, gli antibiotici non sono soltanto inutili, ma possono risultare dannosi per la salute. Il nuovo rapporto sui rischi globali sottolinea che l'abuso di antibiotici è una pratica erronea che rischia di compromettere l'efficacia delle cure che abbiamo a disposizione contro malattie più o meno comuni. Ciò potrebbe incrementare il rischio di infezione durante gli iinterventi chirurgici e rendere alcune pratiche mediche pericolose.

È dunque giunto il momento di dire addio agli antibiotici? Secondo la dottoressa Margaret Chan, Direttore Generale della World Health Organization, il sopraggiungere di un'era post-antibiotici significherebbe la fine della medicina moderna come ora la conosciamo. Un ginocchio sbucciato o una comune faringite potrebbero tornare ad uccidere. Se gli antibiotici rappresentano il fallimento della medicina convenzionale, è davvero giunto il momento di cambiare rotta.

Consulta online il "Rapporto sui rischi globali 2013".

Marta Albè

Leggi anche:

- Antibiotici naturali: 10 erbe con proprietà antibatteriche
- Antibiotici naturali: 10 cibi ed erbe, veri e propri farmaci
- Batteri resistenti agli antibiotici? Nascono negli allevamenti

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog