autoproduzione birra

Qualcuno di voi avrà sicuramente provato a preparare la birra in casa, magari con uno dei tanti kit che si trovano in vendita. Qui non vi parleremo di autoproduzione della birra, ma di una malattia rara, una strana sindrome che ha colpito un uomo negli Stati Uniti. Non a caso, si trattava di un appassionato produttore di birra artigianale.

Un uomo di 61 anni si è presentato presso un pronto soccorso del Texas, lamentandosi di soffrire di vertigini e capogiri. Le infermiere sono intervenute somministrando un alcol test. Il tasso alcolico è risultato pari allo 0,37%, cinque volte il limite previsto dalla legge. L'uomo ha però giurato di non aver toccato nemmeno un goccio di birra quel giorno.

Le infermiere hanno scoperto che l'uomo soffre di una strana sindrome. Da un momento all'altro, senza preavviso ed in qualunque luogo, si ritrova ubriaco senza aver bevuto. La situazione aveva ormai preoccupato la moglie a tal punto da spingerla a comprare un kit per l'alcol test.

Inizialmente medici e infermiere attribuivano l'accaduto al fatto che l'uomo potesse bere di nascosto. Ma non era così. La verità è venuta a galla grazie al dottor Justin McCarthy, gastroenterologo di Lubbock, che ha deciso di scoprire le cause della strana sindrome.

L'uomo è stato isolato per 24 ore in una stanza d'ospedale. Gli sono stati somministrati cibi ricchi di carboidrati. I medici hanno testato più volte il suo tasso alcolico, che ad un certo punto era inaspettatamente salito allo 0,12%. Gli esperti hanno in seguito approfondito la questione e scoperto la causa: un'eccessiva presenza di lievito di birra nella pancia.

In poche parole, l'uomo risultava potenzialmente in grado di produrre birra nel proprio intestino. Lo strano fenomeno era dovuto a un'infezione da Saccharomyces cerevisiae. Quando l'uomo mangiava un pezzo di pane o un piatto di pasta, oppure beveva una bibita gassata, il lievito presente nel suo organismo dava inizio ad un vero e proprio processo di fermentazione degli zuccheri, che venivano trasformati in etanolo. Si tratta della riprova di come i lieviti possano proliferare nel tratto intestinale. Il caso è stato reso noto ufficialmente al mondo scientifico attraverso un articolo pubblicato sull'International Journal of Clinical Medicine.

Marta Albè

Leggi anche:

- Produrre birra artigianale: le cose buone si bevono
- Caldo? Birra allo zenzero fatta di casa: ginger beer!

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 video-corsi su Alimentazione sana, Salute e Benessere naturale, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e podcast inclusi

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog