oro green

Altro che oro giallo. Quello del futuro potrebbe diventare verde. Il cambiamento, però, non riguarderà il colore. Le miniere africane infatti potrebbero presto produrre oro etico senza sfruttare il lavoro minorile, facendo rispettare le norme di sicurezza e cercando di prevenire le fughe di sostanze tossiche.

La rivoluzione dell'oro green potrebbe partire presto. Fairtrade International ha annunciato questa settimana che 12 miniere di Tanzania, Uganda e Kenya sono in procinto di vendere il primo oro etico dell'Africa da qui a un anno.

La Tanzania è il quarto più grande produttore di oro in Africa. Circa 15 milioni di persone lavorano nelle miniere - molte illegali e senza licenza – nella produzione di circa 200-300 tonnellate di oro all'anno. La maggior parte dei minatori lavorano su turni di 24 ore senza i dispositivi minimi di sicurezza, come caschi, stivali o occhiali. E tutto dentro miniere fragili, prive dei supporti di legno.

Ma non è tutto. Una volta portato in superficie, il prezioso minerale viene schiacciato dalle donne con i martelli, a volte tenendo i bambini sulle ginocchia. In alcune miniere, addirittura, il cianuro viene utilizzato per rimuovere l'oro dai minerale di scarto. E in altri casi, i lavoratori mescolano il minerale d'oro con il mercurio per separare le particelle d'oro. Condizioni di vita terribili, senza contare gli elevati livelli di inquinamento con la forte presenza di mercurio e cianuro nei fiumi.

Fairtrade-gold--009

Ma il sistema Fairtrade potrebbe finalmente introdurre il cambiamento che occorre. Nell'ambito di un regime di tre anni finanziato dalla Comic Relief, le miniere stanno cambiando le loro pratiche di lavoro, introducendo il divieto di sfruttamento del lavoro minorile e nuove norme sulla sicurezza, nella speranza che i clienti di Europa, Asia e America siano disposti a pagare di più per avere quest'"oro verde".

Non ci sono cifre ufficiali, ma tantissimi tanzaniani sono avvelenati dai fumi di mercurio, e devono fare i conti con problemi di memoria e malattie agli occhi.

Per ottenere la certificazione Fairtrade, le miniere d'oro dovranno bandire il mercurio bruciato a cielo aperto e vietare il lavoro in miniera ai bambini. Altri dettagli sono ancora in discussione.

Francesca Mancuso

Foto: National Geographic

LEGGI anche:

- Fedi nuziali etiche per un matrimonio tra tradizione e originalità

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram