abbronzatura

Abbronzarsi nel pieno rispetto dell'ambiente è possibile. Per proteggere la pelle dalle scottature solari è necessario utilizzare prodotti che risultino il più possibile delicati e composti da ingredienti naturali.

Gli stessi prodotti saranno anche ecologici e formulati nel pieno rispetto del Pianeta. Scegliete dunque in maniera accurata i solari da portare in spiaggia e, quando possibile, affidatevi ai rimedi naturali.

1) Filtri fisici

Le creme solari eco-bio contengono dei filtri solari denominati fisici, in sostituzione dei filtri chimici. Si tratta di filtri costituiti con specifici ingredienti minerali e accompagnati da sostanze vegetali, come oli o burri, idratanti per la pelle e non inquinanti per l'ambiente. I filtri fisici solitamente forniscono una protezione più elevata rispetto ai filtri chimici e riparano realmente la pelle da arrossamenti e scottature.

Leggi anche: Eco-solari: piccoli consigli green per proteggere la vostra pelle

2) Creme solari cruelty-free

Scegliete creme solari certificate come cruelty-free, che non contengano ingredienti di origine animale e che non siano state testate sugli animali. Potrete riconoscere facilmente i prodotti non testati su animali per la presenza della certificazione ICEA, con bollino e dicitura, ma controllate sempre l'elenco degli ingredienti. Un prodotto cruelty-free, infatti, potrebbe non essere vegan e contenere, cioè, ingredienti di origine animale, come la cera d'api o la lanolina.

3) Protezione fai-da-te

Le creme solari fai-da-te non sono molto semplici da formulare, soprattutto nel caso in cui si sia alle prime armi nella preparazione dei cosmetici fatti in casa. Alcuni oli vegetali, come l'olio di germe di grano o di monoi, possono fornire una lieve protezione alla pelle, ma meglio non rischiare ed affidarsi a protezioni solari ecologiche e certificate reperibili in commercio.

4) Coloranti e conservanti

Scegliete protezioni solari prive di coloranti che potrebbero essere dannosi per l'ambiente. Vi basterà porre attenzione alle creme con formulazioni eco-bio, che potrebbero esserne completamente prive. È necessario controllare sempre gli elenchi degli ingredienti e le diciture indicare sulle confezioni. In alcuni casi anche le formulazioni rispettose dell'ambiente possono contenere conservanti, ma si tratta di sostanze rispettose dell'ambiente e presenti in quantità minime, come acido citrico e sodio benzoato.

5) Inquinamento marino

Le comuni creme solari possono contenere ingredienti derivati dal petrolio, altamente inquinanti. A contatto con l'acqua, questi prodotti possono rilasciare nei nostri mari sostanze tossiche in grado di mettere in pericolo la vita dei pesci e delle specie marine, oltre che di risultare irritanti per la nostra pelle, se non addirittura cancerogeni.

6) Doposole

Non soltanto la scelta della crema solare, ma anche quella del doposole può determinare l'impatto sull'ambiente della nostra abbronzatura. I prodotti doposole comuni contengono infatti i medesimi ingredienti delle creme solari o dei cosmetici convenzionali considerati poco rispettosi dell'ambiente. Si tratta di sostanze inquinanti e derivate dal petrolio e comprendono paraffina, oli minerali e conservanti artificiali.

7) Certificazioni

Sia nel caso delle creme solari, che per quanto riguarda il dopo sole, prestate attenzione alle certificazioni di ecosostenibilità presenti sulle confezioni dei prodotti e approfondite l'argomento contattando i relativi siti web. In Italia le certificazioni più comunemente presenti sui prdotti per l'abbronzatura sono Aiab, Icea, Bdih, Abg e Ecocert. Abg (certificazione austriaca) e Ecocert (certificazione francese) riguardano soltanto i prodotti che contengono almeno il 95% delle materie prime di origine animale.

8) Scadenza

Ricordate di controllare sempre la scadenza dei vostri prodotti solari e il PAO, la durata indicativa del prodotto dopo la sua apertura. Sarebbe un peccato dover gettare una confezione di crema solare ancora quasi intera per aver scordato di controllare la data di scadenza. Se però il prodotto non presenta alterazioni di consistenza, odore e colore, potrebbe essere ancora utilizzabile.

9) Confezioni e packaging

Oltre a tenere sempre sotto controllo l'effettiva durata dei prodotti, per evitare sprechi cercate di acquistare confezioni di crema solare o doposole delle dimensioni adatte. Potreste decidere di acquistare una sola confezioni di grandi o medie dimensioni adatta a tutta la famiglia, oppure una piccola confezione solo per voi, che possa accompagnarvi almeno per due estati senza scadere. Per quanto riguarda il packaging, esistono solari privi di confezioni in cartoncino o confezionati in barattoli di vetro, anziché in tubetti di plastica.

10) Scottature solari

Per quanto riguarda il trattamento delle scottature solari, la soluzione migliore è rappresentata dal ricorso a rimedi naturali, che non inquinano e che risultano completamente ecologici, oltre che rispettosi della pelle. Tra di essi il più efficace è il gel d'aloe, da estrarre direttamente dalla pianta o da acquistare sotto forma di cosmetico ecologico e certificato, completamente naturale e senza profumi o coloranti aggiunti.

Leggi anche: 10 rimedi naturali contro le scottature solari

Marta Albè

LEGGI anche:

10 rimedi naturali e trucchi per mantenere l'abbronzatura

Carote a go go per un'abbronzatura super!

Frutta e verdura: ecco i 10 cibi che fanno abbronzare di più

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram