Le persone basse sono le più aggressive alla guida. Lo studio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Guidare può essere più stressante per alcuni e meno per altri, ma c’è chi giura che al volante si pongano in maniera aggressiva soprattutto le persone di bassa statura. Proprio così: i bassi sono i più irascibili se imbottigliati nel traffico.

A dirlo è uno studio dello statunitense Center for Disease Control and Prevention secondo cui gli uomini di bassa statura avrebbero una bassa autostima, che si tradurrebbe in una minore sicurezza e una maggiore aggressività, soprattutto al volante, momento in cui, non essendo percepibile la differenza di altezza, non si sentirebbero “inferiori” agli altri.

Per arrivare a queste conclusioni, gli studiosi hanno interrogato 600 uomini tra i 18 e i 50 anni circa la percezione che avevano di sé e riguardo al comportamento in relazione al consumo di droghe, violenza e delinquenza.

Dall’incrocio dei dati, è emerso che molti uomini si sentono meno mascolini se sono di bassa statura. Un atteggiamento noto alla scienza come “stress dovuto alla discrepanza maschile”, che porta determinati individui a essere maggiormente portati a commettere atti violenti o addirittura criminali.

In che modo la statura può influenzare le persone?

Già alcuni anni fa, un gruppo di ricercatori dell’Università di Oxford accertò la reale esistenza della cosiddetta “Sindrome del piccolo uomo”: secondo quella ricerca del 2005, le persone di altezza ridotta possono avere più sentimenti di vulnerabilità e alti livelli di paranoia.

D’altronde, ciò conferma il già noto “Complesso di Napoleone”, quella sindrome per cui gli uomini (colpisce soprattutto il genere maschile) soffrono di un complesso di inferiorità causato principalmente dalla loro statura o comunque da altre caratteristiche fisiche per le quali si sentono inferiori rispetto alla media.

Insomma, sebbene un uomo non sia abbastanza alto, potrebbe comunque cercare di diventarlo attraverso l’uso della forza: le persone con questa caratteristica usano in pratica la loro aggressività per compensare.

Alla fine, la statura influenza notevolmente la prospettiva che ognuno ha di se stesso. Il modo in cui ciascuno di noi vede il proprio fisico è esattamente il modo in cui interagiamo con gli altri, tanto in casa o in ufficio, quanto alla guida.

Ora, questi studi includono effettivamente un campione troppo piccolo per parlare di dati assolutamente certi. D’altronde, come descrivere con precisione le tendenze comportamentali di qualcuno in base all’altezza? Per questo, e solo per chiarire, Napoleone era in realtà alto 1.69. Non è poi mica così poco…

Ti potrebbero interessare anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook