La nuova rubrica di Matteo Viviani su GreenMe

Se sei a corto di idee, camminare è il miglior modo per trovare l’ispirazione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tra i tantissimi benefici del camminare, c’è anche quello di aumentare la creatività , riducendo lo stree per far spazio a nuove idee

Alcuni dei nostri pensieri più costruttivi e creativi arrivano quando meno ce lo aspettiamo, o quando semplicemente distogliamo la mente dai doveri e dagli impegni della giornata, anche se solo per un breve momento. Mettere semplicemente un piede davanti all’altro e camminare aiuta a creare idee, a eliminare stress, ansia e cattivi pensieri.

Quando camminiamo, ci ritroviamo spesso a trovare soluzioni per situazioni che non sapevamo nemmeno di dover risolvere. Questa attività offre spazio per pensare, per questo una buona passeggiata è efficace, ad esempio, quando occorre prendere una decisione importante o trovare una soluzione creativa a una sfida. Il movimento lascia ai pensieri il modo di svanire, per questo è la migliore terapia che ci sia.

Camminare stimola la creatività, lo dice la scienza

Uno studio della Stanford University ha scoperto che la produzione creativa dei partecipanti alla ricerca aumentava del 60% mentre camminavano. È quasi come se i passi portino via i pensieri e favoriscano uno stato d’animo sereno, di tranquillità, chiarezza e compassione, eliminando frustrazione, ansia e stress.

Alcuni dei più grandi pensatori erano camminatori

Camminare è davvero un toccasana, e alcuni dei più grandi pensatori erano, al tempo stesso, grandi camminatori. Un esempio? Charles Dickens ha dichiarato di aver camminato per circa 30 miglia al giorno mentre pensava alla sua opera; Steve Jobs e Winston Churchill erano tutti appassionati di passeggiate. La meraviglia di camminare risale addirittura all’antica Grecia, quando Aristotele creò la Scuola Peripatetica. Il famoso filosofo, Friedrich Nietzsche, riassume meglio, dicendo: “Tutti i pensieri veramente grandi sono concepiti mentre si cammina”.

Camminare elimina le distrazioni

Una delle più grandi sfide dell’essere creativi è in realtà entrare in una mentalità creativa. Secondo una ricerca, quando camminiamo ci sentiamo meglio fisicamente e iniziamo a vedere i nostri pensieri in modo più chiaro. Quindi, durante la tua passeggiata quotidiana metti a tacere i dispositivi elettronici, in modo da ottenere il meglio dalla camminata. Una volta eliminate le distrazioni esterne, lo stress e l’ansia iniziano a svanire e la nostra mente può rilassarsi, ed è qui che inizia la magia: quando i pensieri e le preoccupazioni svaniscono si diventa automaticamente più creativi, positivi e propositivi.

Per accedere alla brillantezza dentro di noi, abbiamo bisogno di trascorrere del tempo a contemplare le nostre idee, a comprendere le nostre emozioni e motivazioni, e ad allinearci con il nostro vero sé. Camminare facilita questo processo e, a sua volta, i risultati si mostreranno sia nel lavoro sia nella vita privata.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook