Godersi la vita

Godersi la vita, gente, è questo il diktat se si vuole vivere a lungo. Che lo vogliate o no, un po’ di leggerezza in queste giornate non vi fa che bene, dandovi in contraccambio una sana voglia di vivere bene il più possibile.

Tra la capacità, infatti, di trarre del puro benessere dalle diverse situazioni della vita e la riduzione del rischio di finire secchi da un momento all’altro ci sarebbe un reale legame, ora confermato (anche) da una ricerca della University College di Londra pubblicata sul British Medical Journal, che vede nella positività una marcia in più per chi desidera non morire giovane.

LEGGI anche: 20 SEMPLICI CONSIGLI PER UNA VITA PIÙ SANA E FELICE

Un po’ alla stregua del semplice ottimismo, insomma, godersi ogni attimo con serenità e senza troppe ansie è il segreto per un’esistenza lunga e sana.

LO STUDIO – I ricercatori inglesi hanno preso in esame 9.365 adulti con un'età media di 63 anni. Tutti hanno dovuto rispondere per tre volte a intervalli di due anni, tra il 2002 e il 2006, a questionari in cui dovevano valutare se ritenevano di provare queste sensazioni: "Mi piacciono le cose che faccio", "Mi piace stare in compagnia di altri", "Se guardo indietro alla mia vita provo un senso di felicità", "Mi sento pieno di energia in questi giorni".

LEGGI anche: VITTIMISMO CRONICO: COME RICONOSCERE (E GESTIRE) LE PERSONE CHE SANNO SOLO LAMENTARSI

Ebbene, la tendenza a una mancanza di risposte positive a queste affermazioni è stata riportata da una persona su quattro, che non provava soddisfazione rispetto al contesto e al modo in cui viveva.

Durante il periodo preso in studio, durato fino al 2013, sono stati registrati poco più di 1.300 morti e il tasso di mortalità sarebbe risultato più alto tra gli individui che avevano enumerato un minor numero di “occasioni di gioia”.

Chi è più propenso a godere dei singoli momenti? Le donne, così come i partecipanti che erano sposati o conviventi, impiegati, ben istruiti, più ricchi e più giovani.

Questi risultati - concludono gli studiosi - aggiungono una nuova dimensione alla comprensione del significato di benessere soggettivo documentando un'associazione dose-risposta tra la mortalità e i livelli di benessere provati nel corso degli anni”.

La salute, in fin dei conti, ed è una cosa che sappiamo bene, la si costruisce giorno per giorno, con uno stile di vita adeguato che comprenda cibo sano e attività fisica. E una buona dose di pensiero positivo, ora è confermato, non dimenticatela mai e poi mai!

Germana Carillo

 

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram