disturbo dipendente di personalità

Il disturbo dipendente di personalità viene definito come un disturbo della personalità dove la caratteristica principale consiste nella necessità di rendersi indispensabili per le persone più care, per evitare di essere abbandonati.

Inoltre si tende ad avere la continua necessità di sviluppare e mantenere nuovi rapporti sociali. La paura principale è quella dell’abbandono. Può capitare che non appena si avverte un minimo segnale di allontanamento da parte di una persona ci si impegni a diventare indispensabili per lei in modo da non venire abbandonati.

La comparsa del disturbo dipendente di personalità può dipendere da traumi infantili e da problematiche esistenziali che possono diventarne le cause scatenanti. Talvolta il disturbo dipendente di personalità può assomigliare alla depressione.

In caso di disturbo dipendente della personalità possono manifestarsi dei sintomi e dei comportamenti ben precisi.

Disturbo dipendente della personalità, caratteristiche

Chi soffre di disturbo dipendente della personalità può trovarsi in una situazione di ansia e di agitazione quando inizia a temere di essere abbandonato dall’altro, allora inizia ad innescare una serie di comportamenti con cui cerca di legare a sé l’altra persona. Ma se l’allontanamento avviene comunque ciò provoca sofferenza, senso di inutilità e senso di vuoto.

Leggi anche: IMPARARE A DIRE NO: ECCO PERCHÉ È IMPORTANTE (E COME FARE)

  • Ansia
  • Agitazione
  • Paura dell’abbandono
  • Comportamento remissivo/depressivo
  • Comportamento ossessivo/aggressivo
  • Senso di inutilità
  • Senso di vuoto
  • Incapacità di stare da soli
  • Perdita di interesse per il mondo esterno
  • Stati depressivi

Disturbo dipendente di personalità, sintomi principali

Riconoscere la presenza di un disturbo dipendente della personalità è compito di un esperto in grado di eseguire la corretta diagnosi. Per avere comunque almeno un’idea di come si manifesta il disturbo dipendente di personalità, ecco alcuni tratti che vengono indicati come sintomi principali.

Leggi anche: 5 COSE CHE CHI CERCA SEMPRE DI ACCONTENTARE GLI ALTRI DOVREBBE RICORDARE

  • Paura di perdere l’approvazione degli altri
  • Affidare responsabilità importanti sulla propria vita ad altre persone
  • Bisogno di essere rassicurati dagli altri per prendere le decisioni
  • Necessità dell’appoggio di qualcuno per perseguire i propri scopi
  • Paura di non saper provvedere da soli alle proprie necessità
  • Sensazione di disagio, di vuoto e di depressione quando si è da soli
  • Necessità di poter contare sempre su qualcuno per ricevere consigli
  • Difficoltà ad esprimere le proprie idee per paura di perdere l’appoggio degli altri
dipendenza 1

Disturbo dipendente della personalità, comportamenti tipici

Spesso chi soffre di disturbo dipendente della personalità ha una bassa autostima e tende a sentirsi inadeguato rispetto agli altri, sentendosi insomma inferiore e in adatto. Le persone che soffrono di disturbo dipendente di personalità si percepiscono sbagliate e da qui nascono gli errori nel relazionarsi con gli altri in modo dipendente.

Leggi anche: COME RITROVARE E AUMENTARE L'AUTOSTIMA IN 1O MOSSE

Una caratteristica specifica di chi soffre di disturbo dipendente della personalità è quella di saper cogliere in anticipo i bisogni delle persone care. In questo modo fanno credere agli altri di essere essenziali per la loro felicità e per il loro benessere con l’intento di scongiurare il pericolo di essere abbandonati. Pensano innanzitutto a soddisfare i desideri del partner in modo da sentirsi più tranquilli e da vivere più serenamente, anche se non da persone indipendenti e capaci di prendere da sole delle decisioni.

dipendenza 2

Disturbo dipendente della personalità, criteri diagnostici (DSM-IV TR)

Ecco quali sono i criteri diagnostici di cui gli esperti devono tenere conto per capire se ci si trova di fronte ad una persona con disturbo dipendente della personalità.

  • La persona ha difficoltà a prendere le decisioni quotidiane senza richiedere un'eccessiva quantità di consigli e rassicurazioni.
  • Ha bisogno che altri si assumano la responsabilità per la maggior parte dei settori della sua vita.
  • Ha difficoltà ad esprimere disaccordo verso gli altri per il timore di perdere supporto o approvazione (nota per il clinico: non vanno inclusi timori realistici di punizioni).
  • Ha difficoltà ad iniziare progetti o a fare cose autonomamente (per una mancanza di fiducia nel proprio giudizio o nelle proprie capacità piuttosto che per mancanza di motivazione od energia).
  • Può giungere a qualsiasi cosa pur di ottenere accudimento e supporto da altri, fino al punto di offrirsi per compiti spiacevoli.
  • Si sente a disagio e indifeso quando è solo per timori esagerati di essere incapace a provvedere a se stesso.
  • Quando termina una relazione stretta ricerca urgentemente un'altra relazione come fonte di accudimento e di supporto.
  • Si preoccupa in modo non realistico di essere lasciato a provvedere a sé stesso.

Disturbo dipendente della personalità, come intervenire

Chi diagnostica un disturbo dipendente della personalità potrebbe intervenire soprattutto sugli stati d’ansia e di depressione qualora fossero presenti nel paziente in modo da alleviare la loro presenza in un’ottica di miglioramento della qualità della vita. Solo un esperto può decidere il trattamento o la terapia adatta in casi simili. In più bisogna tenere conto che il disturbo dipendente di personalità potrebbe essere accompagnato da altre tipologie di disturbi o da personalità bipolare nei casi più gravi. Qui maggiori informazioni.

Marta Albè

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog