Dolori da ufficio: come combattere mal di schiena e mal di testa alla scrivania

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Mal di schiena da ufficio. E poi mal di testa, disturbi agli occhi e molto altro. Chi sta seduto per lungo tempo a una scrivania per lavoro non se la passa benissimo, tanto che ben 8 impiegati su 10 in Italia hanno sofferto o soffrono proprio di disturbi legati al modo in cui si lavora.

A snocciolare i dati è una ricerca Loudhouse presentata ieri al Ministero della Salute durante il convegno “Salute in ufficio”.

Negli ultimi tre anni, secondo l’analisi, il 61% degli intervistati ha accusato mal di schiena, il 55% mal di testa, il 49% la tensione o il dolore alle spalle, il 49% problemi agli occhi, il 47% dolore al collo e il 31% dolore al polso o al braccio.

Tra le abitudini più frequenti, invece, il 97% ha quella di stare seduto e di non muoversi, il 90% tiene una posizione ingobbita, l’85% incrocia le gambe.

Tutto ciò, ovviamente, comporta elevati costi in termini di assenteismo dovuto ai disturbi posturali, che si aggirano intorno ai 3,36 miliardi di euro ogni anno.

La salute non è solo uno stato fisico ma un benessere con se stessi e nel proprio ambiente di lavoro”, commenta Giuseppe Cavuoti, presidente di Rete Ufficio Italia, l’ente che ha organizzato l’evento.

Consigli contro il mal di schiena da ufficio

Se è la schiena e tutti gli annessi e connessi che in ufficio vi danno noie non c’è altra soluzione che assumere dinanzi al Pc una postura corretta. Solo allora, si allevieranno molti dei disturbi e si alleggeriranno parecchi pesi a carico della nostra povera colonna vertebrale. Ricordatevi allora di:

  • mantenere la colonna vertebrale dritta
  • alzarvi spesso e dedicare qualche minuto a dei veri e propri esercizi per schiena e collo
  • rilassare le spalle e non insaccare il collo
  • contro dolori al polso, muovere ogni tanto la mano e le dita in tutte le direzioni

Consigli contro il mal di testa da ufficio

Il più delle volte il mal di testa in ufficio è scatenato da fattori che vanno al di là della “semplice” postura. Vero è che è spesso anche e soprattutto la cervicale a poter provocare un disturbo più diffuso alla testa, ma anche altre cause, come stress, mancanza di sonno o cattiva alimentazione, ci mettono lo zampino.

  • contro lo stress, cercate di riappropriarvi del vostro tempo e magari scambiate una risata in più con i colleghi parlando d’altro
  • meditate! Ci sono ormai il fior fiore di studi scientifici che dimostrano come la meditazione sia in grado di tenere lontano lo stress
  • alzatevi dalla scrivania e fatevi una bella tisana disintossicante

Per approfondire l’argomento consulta anche la ricerca effettuata dall’Università di Bologna.

Leggi anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook