Duemila euro per lavorare pochi minuti al giorno nella nuova stazione ferroviaria di Göteborg in Svezia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lavorare poco e guadagnare tanto: in Svezia si cerca una persona che apra e chiuda una stazione ferroviaria. Per ora prendete solo appunti perché le candidature saranno aperte solo dal 2025, quando i lavori della stazione saranno completati. Previsti duemila euro al mese, con un contratto a tempo indeterminato.

L’annuncio – che delinea il profilo di Responsabile dell’apertura e chiusura della stazione ferroviaria – arriva dalla città di Göteborg di Korsvägen.

A fronte di uno stipendio previsto di duemila euro mensili, con ferie, malattie e tutti gli annessi, il dipendente dovrà lavorare pochi minuti al giorno e le sue uniche mansioni saranno accendere le luci e aprire i cancelli al mattino e spegnere e chiudere tutto la sera.

Durante la giornata non è neanche richiesta la presenza fissa: si dovranno solo rispettare gli orari a inizio e fine giornata. Non ci sono limitazioni di età o nazionalità e non è richiesto nessun particolare requisito o esperienza pregressa.

Ma c’è un ma: le candidature saranno ufficialmente aperte solo nel 2025, anno in cui quando la stazione sarà stata portata a termine.

L’offerta di lavoro rientra in un progetto di “esperimento sociale” capeggiato da due artisti, Simon Goldin e Jakob Senneby, attingendo a un budget di circa 570mila euro stanziato dalla “Public Art Agency Sweden”. La loro idea è quella di spendere i fondi non per design o per gli arredi della stazione, ma per offrire e mettere a punto proprio il “lavoro dei sogni”.

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
eBay

Come scegliere il gazebo perfetto

eBay

Moda circolare: vendi le cose che non metti e adotta un comportamento sostenibile

NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook