A Milano i dipendenti Unicredit possono portare il cane al lavoro

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Al quarto piano della banca c’è una novità: uno spazio creato ah hoc dove i dipendenti potranno far sostare i loro amici a quattro zampe

Un’apposita “Dog Room” ospiterà i cani dei dipendenti: al quarto piano del famoso grattacielo Unicredit di piazza Gae Aulenti, infatti, apre il primo spazio ad hoc pensato per gli animali d’affezione di chi là ci lavora. L’accesso è a turno e a fare la fila sono già in tantissimi.

Si tratta della prima banca ad avviare questo tipo di esperimento e a permettere di portare i cani a lavoro. Motivo? È ormai assodato che Fido in ufficio contribuisca a creare un clima sereno, ad allentare lo stress e che, dunque, dia una marcia in più anche alla voglia di lavorare.

I dipendenti che hanno il proprio cane vicino a sé, inoltre, sono più tranquilli, non devono preoccuparsi dello stato di salute del loro fedele amico né chiedere permessi per la loro cura.

Per ora quello della filiale milanese è solo un progetto pilota, che vede, tra i computer, ciotole con croccantini, giochi, guinzagli a disposizione e 14 postazioni a disposizione.

In caso di successo non si esclude che il progetto possa essere allargato a tutte le altre sedi, anche perché la risposta sembra più che mai positiva: aperta solo da dieci giorni, la dog room è sempre piena. 35 persone stanno facendo a turno sui 14 posti disponibili, mentre altri 100 dipendenti sarebbero in coda per godere del proprio giro.

Ma ci sono delle regole da seguire? Certo che sì: il cane dovrà essere al guinzaglio, lontano dalla mensa, dall’infermieria, dalle sale riunioni e dai bagni e deve avere tutto in regola: dalle vaccinazioni ai trattamenti anti parassitari, dall’iscrizione all’anagrafe canina al microchip, fino al certificato di proprietà. Infine, il proprietario dovrà avere anche una polizza di assicurazione per danni eventuali a cose e persone.

Leggi anche

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook